Mercoledì 19 Giugno 2019 - Anno XVII
La sala della pizzeria SP 143 con vista sulle Alpi (foto: D. Bragaglia© Mondointasca.it)

La sala della pizzeria SP 143 con vista sulle Alpi (foto: D. Bragaglia© Mondointasca.it)

Quando il Monviso si specchia nella pizza

Alle porte di Torino una nuova apertura del Credenza Group. SP143 pizza e sapori in dispensa. La vetrata della sala della pizzeria lascia correre lo sguardo nello spettacolo delle Alpi con il Monviso al centro

SP 143 esterno

(foto: D. Bragaglia© Mondointasca.it)

Pizzeria con vista: è la prima emozione che si prova accomodandosi ai tavoli di SP 143, il nuovo locale dedicato alla “pizza e ai sapori in dispensa”, inaugurato dal Credenza Group. Il gruppo possiede anche il ristorante stellato La Credenza di San Maurizio Canavese e Casa Format ristorante con orto a pochi metri dalla nuova pizzeria.

Siamo a qualche minuto d’auto dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi e da Mirafiori. Torino è alle porte ma basta percorrere per un breve tratto la strada provinciale 143 – ecco il perché del nome – e ci si ritrova in piena campagna. Lo spettacolo che ci riserva la sala con vetrata dove sono allestititi i 60 coperti della pizzeria è quello delle Alpi, con il Monviso al centro e prati a perdita d’occhio.

SP 143 non solo pizza

SP 143-focaccia-bianca-e-giardiniera (foto: D. Bragaglia© Mondointasca.it)

Focaccia bianca e giardiniera (foto: D. Bragaglia© Mondointasca.it)

Siamo al primo piano del nuovo locale, sotto c’è il forno elettrico per la cottura delle pizze e la dispensa, dove i clienti possono acquistare i barattoli con le specialità preparate in casa o selezionati da altri produttori di qualità: si va dalla passata per la pasta, ai pomodori datterini, dalla tipica giardiniera piemontese, al bonet, alla crema al Moscato d’Asti.

E proprio in attesa della pizza, una volta seduti al tavolo si può stuzzicare l’appetito con l’apertura di un barattolo di giardiniera, il tipico mix di verdure scottate piemontese con sugo rosso, e accompagnamento di una focaccia bianca. Le alternative in barattolo sono molte: si va dai peperoni alla brace alle cozze in escabeche, dalle sardine in olio di oliva alla ventresca di tonno, dai carciofini ai funghi sott’olio.

Casa Format ecosostenibile

SP 143 pizza-al-prosciutto (foto: D. Bragaglia© Mondointasca.it)

Pizza con salame, cognà e nocciole (foto: D. Bragaglia© Mondointasca.it)

La squadra di SP 143 è coordinata da Igor Macchia che già segue il ristorante gastronomico Casa Format, a pochi metri dalla pizzeria. Casa Format è una struttura contemporanea totalmente autosufficiente dal punto di vista del fabbisogno energetico e per questo completamente ecosostenibile, con 2000 mq di orto e 5 camere per l’accoglienza degli ospiti. Gli arredi – molto belli – sono stati selezionati da FormaT Abitativi.
Gli stessi standard e lo stesso stile sono stati usati per allestire la nuova pizzeria, affidata a personale giovane, ma professionalmente formato nel Credenza Group.

Pizze quasi classiche e contemporanee

SP 143 pizza Masseria Dauna (foto: D. Bragaglia© Mondointasca.it)

Pizza Masseria Dauna (foto: D. Bragaglia© Mondointasca.it)

L’esperienza a tavola prosegue con una farinata, molto sottile e croccante. Poi si parte con le focacce ottenute da un impasto di farina viva Multicereali, biga e maturazione minima di 48 ore. Ottima quella con mortadella, stracciatella e caviale di tartufo nero. Ma anche quella con pomodori confit, olive, origano e bufala fresca. Le pizze si distinguono fra le “quasi classiche” e le “contemporanee”.
Fra le prime, da citare quella con passata di pomodoro Masseria Dauna, acciughe, capperi, acciughe del Mar Cantabrico, origano e olive. Fra le seconde, quella con stracciatella, salame di testa, cognà e nocciole.
Attenta e non scontata la selezione di birre alla spina (3) e in bottiglia provenienti in particolare da Germania, Belgio e Stati Uniti. Info: www.pizzeriasp143.it

Leggi anche:

Turismo green slow. Festival della sostenibilità sul Lago di Garda

Territorio e sapori. Vini e formaggi lombardi della Valcamonica

Escursioni via mare da Salerno: come organizzarsi

© RIPRODUZIONE RISERVATA