Lunedì 30 Novembre 2020 - Anno XVIII
Ragazzina afgana frequenta una delle migliaia di scuole di base costruite nei villaggi con l’aiuto dell’ONU, 
Nangarhar, Afghanistan, 24 aprile 2008 © courtesy UN Photo/Roger Lemoyne

Ragazzina afgana frequenta una delle migliaia di scuole di base costruite nei villaggi con l’aiuto dell’ONU, Nangarhar, Afghanistan, 24 aprile 2008 © courtesy UN Photo/Roger Lemoyne

“Human Rights”: la Storia dell’ONU raccontata dalla fotografia

Per ricordare i 75° anniversario della fondazione delle Nazione Unite, il 24 ottobre 2020 allo Spazio5 di Roma apre al pubblico l’esposizione fotografica “Human Rights”. Le più belle immagini dell’Archivio Storico Fotografico delle Nazioni si potranno ammirare fino al 28 novembre

Anziana-donna-armena-fa-la-guardia-armata-davanti-a-casa-sua

Anziana donna armena fa la guardia armata a casa sua durante gli scontri tra Armenia e Azerbaijan per il Nagorko-Karabakh, 1990 Degh, Armenia © courtesy UN Photo/Armineh Johannes

Il 24 ottobre è la giornata delle Nazioni Unite. L’Organizzazione delle Nazioni Unite (San Francisco 25-26 giugno 1945) e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è firmata a Parigi il 10 dicembre 1948, sono due passaggi fondamentali della storia del ‘900.

Per celebrare i 75 anni della nascita dell’ONU è stata allestita in anteprima per Roma nello Spazio5 (www.spazio5.com) la mostra fotografica “Human Rights. La Storia dell’ONU (e del Mondo) nelle più belle immagini della United Nations Photo Library”.

Occupanti-abusivi-di-una-casa-a-nord-di-Pretoria,-Johannesburg,-Sud-Africa

Occupanti abusivi di una casa a nord di Pretoria, Johannesburg, Sud Africa, 1985 © courtesy UN Photo/Marc Vanappelghem

In programma fino al 28 novembre 2020, “Human Rights” adotta una formula espositiva inedita.
Si compone di 160 immagini di reportage di grande impatto visivo, approfonditi con testi dal taglio giornalistico-editoriale.

Circa 60 foto sono stampate, le altre sono proposte in foto-proiezione su grande schermo. Il focus raffigurato nelle immagini riguarda le più importanti missioni civili e militari di cui l’ONU è stata protagonista.

Human Rights: i problemi delle società contemporanee

Donne-turche-attraversano-la-strada-in-una-città-macedone-in-Jugoslavia

Donne turche attraversano la strada in una città macedone in Jugoslavia, 1947 © courtesy UN Photo

L’esposizione vuole anche raccontare come è cambiata nel corso del tempo la sensibilità del pianeta nei confronti di alcune della questioni che animano le società contemporanee. Tra queste l’estrema povertà di alcuni Paesi; l’istruzione e l’assistenza sanitaria; la diffusione dei diritti umani e della democrazia; la giustizia e la questione femminile; il numero crescente di anziani e l’esplosione demografica. E ancora la sostenibilità ambientale, le migrazioni….

La mostra mira a indurre una riflessione sulla struttura dell’ONU e le sue contraddizioni, sia politiche che ideologiche. Molti dei Paesi che aderiscono alle Nazioni Unite non ne condividono di fatto i principi fondanti.

La mostra parte del progetto History & Photography

Due-membri-delle-ultime-unità-dell’esercito-israeliano-poco-prima-di-ritirarsi-dalla-testa-di-ponte-in-Egitto

Due membri delle unità dell’esercito israeliano prima di ritirarsi dalla testa di ponte in Egitto, sul lato occidentale del Canale di Suez, dopo gli accordi di pace seguiti alla guerra dello Yom Kippur, Egitto, 21 febbraio 1974 © courtesy UN Photo/Yutaka Nagata

L’esposizione è curata da Alessandro Luigi Perna, prodotta da Eff&Ci – Facciamo Cose, ed esposta a Roma in partnership con l’agenzia AGR di Maurizio Riccardi e l’Istituto Quinta Dimensione.

La mostra fa parte di History & Photography, un progetto analogico e digitale rivolto al grande pubblico e a Scuole e Università. L’obiettivo principale è raccontare la Storia con la Fotografia (e la Storia della Fotografia) valorizzando gli archivi storici fotografici nazionali e internazionali, sia pubblici che privati.

Info sulla mostra: “Human Rights”

Apertura al pubblico: 24 ottobre – 28 novembre. Giorni e orari: da lunedì a venerdì dalle 16.00 alle 20.00, Sabato dalle 11.00 alle 20.00; Domenica chiuso.

Biglietti ingresso: Adulti € 6,00; Soci di Associazioni culturali € 5,00; Studenti € 5,00.

Leggi anche:

Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21

Robert Capa: le foto a colori in mostra ai Musei Reali di Torino

“Per Gioco”, mostra di giocattoli antichi al Museo di Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA