Domenica 15 Settembre 2019 - Anno XVII
Festivaletteratura nelle piazze e nelle vie del Rinascimento italiano

Festivaletteratura nelle piazze e nelle vie del Rinascimento italiano

Dal 4 all’8 settembre Mantova ripropone la 23esima edizione del Festivaletteratura. La città del Mantegna trasformerà le sue piazze, i teatri, i giardini in tante agorà. La festa della letteratura avrà tanti ospiti famosi in oltre 300 appuntamenti

Festivaletteratura Mantova-piazza-Sordello

Mantova, Festival della Letteratura, tenda dei libri

Molti si chiederanno perché sia stata scelta Mantova per organizzare una festa della letteratura. La risposta va cercata nell’anno 1997. L’anno in cui otto privati cittadini costituirono un Comitato Organizzatore che portasse alla ribalta l’importanza della lettura e della scrittura.
Un’idea geniale che nel corso degli anni ha visto crescere sia il numero degli ospiti che le presenze di visitatori e partecipanti. Il Festivaletteratura 2019 si celebra tra le piazze, i teatri, i giardini trasformati in tante agorà in una delle città simbolo del Rinascimento italiano e patrimonio UNESCO.

Festivaletteratura 2019 a Mantova

Festivaletteratura-2018-Mantova

Festivaletteratura edizione 2018

La 23ma edizione di Festivaletteratura 2019 sarà in programma dal 4 all’8 settembre 2019. Il centro storico mantovano diventa sede ideale per letture, incontri, dibattiti, spettacoli, concerti, laboratori didattici. Il tutto all’insegna del felice connubio lettura-scrittura nella società del terzo millennio. Quest’anno il Comitato del festival ha organizzato oltre 300 appuntamenti con autorevoli firme dell’universo letterario che risponderanno alle esigenze del pubblico presente agli incontri.

Festivaletteratura 2019: dalla saggistica al fumetto

Festival-Letteratura-ediz-2018Lo spirito del Festival è raggiungere un ampio numero di persone dai molteplici interessi culturali. Persone che spaziano dalla saggistica, al romanzo rosa, alla narrativa thriller, alla ricerca scientifica, al fumetto e ai libri per l’infanzia. I visitatori potranno spostarsi facilmente a piedi da un luogo all’altro degli appuntamenti. Immersi in un’atmosfera di incomparabile bellezza artistica. Oltre ai nomi noti di autori italiani, interverranno 70 ospiti stranieri provenienti da vari paesi. Loro affronteranno tematiche attuali quali la politica europea, la condizione femminile nel mondo, il razzismo, il fascismo. Ma spazieranno anche ai servizi giornalistici, la giustizia e la legalità, l’intelligenza artificiale, la biodiversità, lo sport, l’arte e altro ancora.

Inaugurazione in piazza Sordello

Festivaletteratura-precedenti-edizioni

Festivaletteratura precedenti edizioni

Il Festivaletteratura 2019 sarà inaugurato mercoledì 4 settembre 2019 alle ore 11:30 presso Tenda Sordello. Situata nella omonima piazza su cui s’affacciano monumenti celebri di Mantova: Palazzo Ducale, il Duomo e il Palazzo Vescovile, Palazzo Bonacolsi e Palazzo Acerbi. Tra gli autori vi sarà il Premio Nobel nigeriano Wole Soynka, lo scrittore israeliano Abraham B. Yehoshua, Elif Shafa scrittrice turca conosciuta a livello internazionale, il saggista americano Jonathan Safran Foer, il narratore britannico Howard Jacobson, vincitore del Man Booker Prize e la giornalista spagnola Pilar delRio, vedova di José Saramago, scrittore portoghese premio Nobel per la letteratura nel 1998.

La compagine femminile è rappresentata da Margaret Atwood, narratrice canadese di fama mondiale. L’egiziana Nawal al-Sa’ dawi, conosciuta per il suo impegno per i diritti delle donne nel mondo musulmano. La scozzese Ali Smith, candidata più volte al Nobel e Valeria Luiselli, scrittrice conosciuta nell’America Latina.

Personaggi e volti noti al Festivaletteratura 2019

Mantova-Festival-letteraturaTra gli autori italiani, interverranno volti noti al pubblico televisivo fra cui Corrado Augias, Massimo Cacciari, Massimo Recalcati, Michela Murgia, Lella Costa, Domenico de Masi, Gioele Dix, Gianrico Carofiglio, Massimo Gramellini, Arianna Porcelli Safonov, Neri Marcorè, questi ultimi impegnati in una riflessione sull’uso ed abuso delle parole. I temi della giustizia saranno affidati all’ex magistrato Gherardo Colombo e a Vincenzo Paglia, noto arcivescovo.

Il focus sulla poesia vedrà la partecipazione di autori importanti quali il già citato premio Nobel Wole Soyinka. Ci sarà il ritorno del premio Pulitzer Philip Schultz. Oltre ad autorevoli nomi della poesia italiana: Chandra Livia Candiani, Anna Maria Farabbi, Umberto Fiori, Antonio Prete, Patrizia Valduga.
Festivaletteratura 2019 non trascura nessuna tematica e nessun potenziale lettore. Lo sport, per esempio, vivrà delle biografie di illustri sportivi col contributo di Marco Pastonesi, Matteo Codignola, Simone Sarasso e del campione Alex Zanardi. Tra le proposte tecnologiche vi saranno lezioni en plein air dedicate agli algoritmi e al machine learning per affrontare la tematica dell’intelligenza artificiale.

Spettacoli teatrali per bambini

bambini-al-festivaletteraturaNon mancheranno spettacoli teatrali e musicali ad allietare la grande kermesse culturale. Ma anche tematiche relative ai reportage con il giornalista John Freeman, che parlerà della rivista Freeman’s, da lui fondata nel 2015, dove pubblica racconti di autori esordienti al pari di altri più famosi.
Per i più piccoli il Festivaletteratura 2019 ha dedicato ampio spazio presso la Casa del Mantegna. Qui bambini e genitori potranno condividere le sale, i cortili e i giardini della dimora cinquecentesca. Potranno utilizzarla per laboratori didattici, letture e incontri pensati per un pubblico fino a 12 anni. Si potrà anche giocare, conversare, scambiarsi opinioni, oppure ascoltare Huck Scarry, autore di libri per l’infanzia.

La prima volta a Mantova di Andrea Camilleri 

Festivaletteratura 2019 Andrea-Camilleri

Andrea Camilleri

Il vasto mondo dell’arte, del design, dell’architettura avranno diversi ospiti. Anna Cavina affronterà il tema delle grandi mostre. Navid Kermani proporrà un’inedita lettura dell’arte cristiana. Luca Molinari, invece, parlerà del suo percorso di esplorazione in due grandi metropoli: Il Cairo e New York.
Chiudiamo con le parole pronunciate nel 1997 dal grande scrittore siciliano (recentemente scomparso) Andrea Camilleri: «Sempre più mi vado facendo persuaso che di certi aspetti di noi italiani noi stessi italiani non ne sappiamo niente di niente […]. Ora mi ritrovo a Mantova dove, in una serata di luglio, alcuni mantovani fecero la bella pensata d’organizzare una specie di “festa” della letteratura, da tenersi ogni anno sul finire dell’estate», tratto dall’archivio di Festivaletteratura.

Ulteriori informazioni su: www.festivaletteratura.it/

Leggi anche:

Grandi mostre. A Milano la collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso

Bauhaus, 100 anni di architettura e design

Piazza del Popolo e Tridente, l’elegante ingresso di Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA