Martedì 23 Luglio 2024 - Anno XXII

L’arte francese del viaggio con DS 4 e DS 7 Esprit de Voyage

Ds 4 e DS 7 Esprit de Voyage al Saint James

La collezione DS Automobiles ha lanciato Esprit de Voyage. La tecnologia che fa viaggiare con personalità e raffinatezza. DS 4 e DS 7 sono auto con dotazioni esclusive per viaggi senza confini da maestri del gusto e della moda.

Esprit de Voyage ds 7 in movimento visibile il tettuccio
DS 7 in movimento visibile il tettuccio

L’esclusivo savoir-faire francese e il mondo del viaggio hanno ispirato la prima collezione di DS Automobiles. Lanciata col nome Esprit de Voyage, rifacendosi al mondo della moda, dà forza al nuovo posizionamento del Brand. Un tocco di haute-couture proprio come un abito sartoriale. La Collezione risponde al desiderio di DS Automobiles di condividerle con gli amanti della raffinatezza e della tecnologia, l’eccezionale eredità del mitico modello DS del 1955.
Questa prima collezione rilancia lo spirito del viaggio. Esprit de Voyage ha interni luminosi che evidenziano finiture esclusive e dotazioni ispirate al mondo del viaggio. La gamma è rinnovata a partire da DS 4 e DS 7, ma riguarderà tutta la gamma DS.

Dettagli esclusivi su DS 4 Esprit de Voyage
Esprit de Voyage DS 4 dettaglio groffatura cruscotto
DS 4 dettaglio goffratura cruscotto

Rispetto a DS 4 Rivoli, su cui si basa, la DS 4 Esprit de Voyage introduce dettagli esclusivi e molte dotazioni standard extra. Interni in pelle Pebble Grey e nuova tonalità Granit Grey sul rivestimento laterale e sul cruscotto in pelle Nappa, danno un tocco esclusivo di luce. I dettagli sottolineano l’esperienza degli artigiani DS Automobiles. Il cruscotto, infatti, con la goffratura Esprit de Voyage mette in evidenza il desiderio di trasmettere il know-how di DS Design Studio Paris. Anche i battitacco presentano la firma Esprit de Voyage con una mappa iconica, mentre il bordo dei tappetini introduce un colore speciale in linea con gli interni.

Esprit Voyage DS 4 frontale
DS 4 Il muso con la griglia e le luci laterali

Sulle calotte degli specchietti esterni, il design inciso al laser è stato modificato per suggerire movimento e aerodinamicità e simboleggiare il viaggio. La parte anteriore è caratterizzata dalle DS Wings nero lucide inserite tra proiettori DS Matrix Led Vision, dalla griglia arricchita da riflessi cromati, dalle cornici dei finestrini e dalla fascia del bagagliaio rivestiti con eleganti finiture Gloss Black. I cerchi Cannes da 19”, sono diamantati con laccatura opaca e introducono un nuovo colore grigio antracite opaco. Sei colori di carrozzeria possono essere combinati con un tetto Nero Perla.
Le motorizzazioni previste sono una versione ibrida plug-in E-TENSE 225, e i motori benzina PureTech 130 e diesel BlueHDi 130.

Gli allestimenti della DS 7 Esprit de Voyage
DS 7 Esprit de Voyage
DS 7 Esprit de Voyage

L’arte del viaggio alla francese è rappresentata da una raffinatezza unica. DS 7 Esprit de Voyage si distingue per gli esclusivi interni in pelle chiara e una dotazione di serie migliorata. Si prende spunto dall’iconica goffratura guillochage degli orologiai parigini Clou de Paris, l’emblema di Esprit de Voyage da cui partono i raggi e si estendono tracciando una mappa dell’Europa. Sul cruscotto, la nappa Grigio Perla è goffrata a caldo con una tecnica sviluppata dagli artigiani di DS Automobiles. Si è voluto dare rilievo a questa forma unica, con linee che si ripetono sui battitacco e sui loghi delle portiere anteriori, nonché sulle calotte degli specchietti retrovisori esterni. I Colori chiari e brillanti caratterizzano gli interni dei sedili e dei rivestimenti in pelle Nappa con un colore Grigio Perla. I tappetini invece hanno un colore che è stato rivisto per essere in perfetta armonia con i toni chiari dell’abitacolo.

LEGGI ANCHE  Museo Alfa Romeo: icone d’auto e “bolle emozionali”
DS 7 dettaglio sul pianale portiera
DS 7 dettaglio sul pianale portiera

All’esterno, la firma Esprit de Voyage è inserita sulle porte e sulle calotte degli specchietti con uno speciale motivo inciso a laser. Il profilo è evidenziato dalla finitura Glossy Black su DS Wings, dai finestrini, dalle barre del tetto e dalla parte anteriore intervallata con una griglia, anch’essa Glossy Black con riflessi cromati. Gli esclusivi cerchi da 19”, Oyama, presentano speciali inserti Glossy Black. Sono disponibili sei colori di carrozzeria. Le motorizzazioni invece sono: versioni ibrida plug-in E-TENSE 225 e E-TENSE 4×4 300, e un motore Diesel BlueHDi 130 con cambio automatico.

In viaggio a bordo di DS 4 e DS 7 Esprit Voyage
DS 4 e DS 7 Hotel Saint James
DS 4 e DS 7 Esprit de Voyage all’Hotel Saint James

La prima tappa a bordo di DS 4 e DS 7 Esprit de Voyage è l’ Hotel Saint James, un luogo magico simbolo di arte di vivere senza paragoni. Si distingue per i suoi 5000 metri quadri di verde, all’interno di notevoli giardini valorizzati dal paesaggista Xavier de Chirac. La cucina dello chef stellato Michelin Julien Dumas, sublima, nel ristorante gastronomico Bellefeuille, la diversità e l’intensità dei sapori al contempo celebrando la sua ardente passione per la natura e i prodotti del mare. Julien Dumas, Brand Ambassador di DS è uno chef con le stelle e predilige i rapporti diretti con i suoi fornitori locali a cui è legato da un connubio perfetto tra semplicità, ricercatezza e originalità.

La sua cucina è stagionale ed è quasi un inno alla natura e alle sue biodiversità. È molto attento all’ambiente e ha come obiettivo quello di azzerare, o quasi, l’uso della plastica in cucina. Oltre ad essere ambasciatore della cucina di DS Automobiles, Julien Dumas guida una nuova DS 7 E-TENSE Plug-In Hybrid, con un autonomia fino a 65 chilometri in modalità a emissioni zero.

LEGGI ANCHE  A tu per tu con l'eroe delle Islas Malvinas
Design Studio di Parigi: ricerca e sostenibilità
DS Studio il centro ricerche di Parigi
DS Studio il centro ricerche di Parigi

La seconda tappa a bordo di DS 4 e DS 7 Esprit de Voyage è il DS Design Studio di Parigi dove oltre 40 persone lavorano su numerosi progetti per interpretare le esigenze innovative del Brand. Professionisti che insieme alle diverse Maison francesi realizzano nuovi tessuti, nuove tinte, lavorazioni uniche e artigianali. Particolare attenzione è rivolta alle nuove fibre naturali e sostenibili. Autentici capolavori di maestria, materiali pregiati e finiture eleganti. I modelli DS nascono anche grazie alla costante innovazione e creatività degli artigiani sellai che partecipano alla fase di realizzazione.

Ogni modello DS riflette quindi l’espressione personale di uno stile, un piacere e un comfort straordinari. La tecnica del guillochage, utilizzata nella decorazione delle superfici, porta gli inserti goffrati «Clous de Paris» sui comandi della console centrale e sulla nervatura del cofano. Ispirati all’inimitabile Pyramide du Louvre, gli inserti raffigurano piccoli chiodi con teste piramidali in un affascinante gioco di luci e ombre. Oggi tutto il team d’Oltralpe lavora su progetti che potremo presto ammirare.

Culinary Bag, simbolo di viaggio e di arte
Artigiano lavora alla Culinary bag
Artigiano lavora alla Culinary bag

Un tipico simbolo della French Art of Travel per DS Automobiles, di cui la gastronomia è parte essenziale, è la Culinary Bag. Disegnata da DS Design Studio è realizzata da La Malle Bernard, il più antico produttore di borse e bauli ancora attivo in Francia e che porta il sigillo francese dell’Entreprise du Patrimoine Vivant. All’inizio del XX secolo, La Malle Bernard divenne nota per i suoi bauli ricoperti da un rivestimento nero, progettati per trasportare e presentare merci di ogni dimensione. Nel 1930, La Malle Bernard si specializza nella realizzazione di bauli automobilistici, per il tetto e per il bagagliaio, realizzati su misura e in tela nello stesso colore della carrozzeria.

La Culinary Bag promuove l’esplorazione delle culture locali attraverso incontri con i fornitori e la valorizzazione dello stile francese, raffinato e autentico, per offrire maggiore autenticità e qualità all’esperienza di viaggio.

LEGGI ANCHE  L'Expo ridarà ai milanesi i bagni pubblici
Culinary bag
Culinary bag

I materiali sono di alta qualità con pelle nappa all’esterno – in un colore grigio perla identico a quello della Collezione Esprit de Voyage e con un interno Alcantara® per rivestire pannelli di pioppo ricavati da botti di legno.
Tra i principali dettagli di pregio vale la pena citare la firma con inserti in rilievo Clous de Paris sui manici, una chiusura “gioiello” in materiale nichel sul lato frontale e i manici in pelle cuciti a mano.

Ogni borsa può essere personalizzata in linea con l’auto del cliente e contrassegnata con le proprie iniziali.

Un’edizione limitata di dieci pezzi, presto disponibili presso DS Automobiles boutique, che accompagna le prime consegne della collezione Esprit de Voyage su DS 4 e DS 7.

Viaggio e mondo della gastronomia su un’auto
Culinary bag vista all'interno
Culinary bag fuori e dentro

La Culinary Bag è disegnata e sviluppata anche con il supporto di Julien Dumas, l’ambasciatore gastronomico di DS Automobiles. La Culinary Bag promuove l’esplorazione e il viaggio nel mondo della gastronomia. Lo chef ha svolto un ruolo attivo nel delineare la vasta gamma di contenitori e accessori: tre provette, una bottiglietta di olio, barattoli e vasetti, un tagliere in noce. E poi un coltello da taglio realizzato dal produttore di posate Patrick Bonneta, un cucchiaio per il miele, un cavatappi, un taccuino e una penna.

“Quando ho progettato questa borsa, ho pensato a diversi ingredienti e ho viaggiato per raggiungere i miei produttori”, ha detto Julien Dumas. “Ho usato l’oliera per riempirla con olio di noci tostato proveniente dal Massiccio Centrale, i barattoli per conservare la trota secca e affumicata. Diverse le ricette a base di caviale di alghe, alghe secche ed erbe fresche. I barattoli li ho usati per portare sulla “tavola” la tartare di alghe, le capesante essiccate e l’aceto di mele proveniente della regione di Parigi e dalla Bretagna, in particolare da Jean-Marie e Valérie Pédron”. 

Leggi anche:

MOTOR VALLEY FEST 2023: APPUNTAMENTO CON I MOTORI A MODENA

ASI CIRCUITO TRICOLORE: L’ITALIA VISTA A BORDO DI AUTO E MOTO D’EPOCA

ASPETTANDO LA MILLE MIGLIA 2023

Condividi sui social: