Lunedì 15 Luglio 2024 - Anno XXII

Perdonanza Celestiniana per la cancellazione dei peccati

Perdonanza Celestiniana Basilica di Santa Maria di Collemaggio

Dal 23 al 30 agosto L’Aquila festeggia la 729ª Perdonanza Celestiniana. Due settimane prima in 23 paesi i fedeli dovranno pentirsi percorrendo gli 80 km del Cammino del Perdono. Rievocazione storica con corteo delle figure: Dama della Bolla, Giovin Signore, Dama della Croce.

Presentazione dell'evento Perdonanza Celestiniana
Perdonanza Celestiniana e il bastone per bussare alla porte della Basilica

Cultura e fede cristiana sono la coppia perfetta per una rievocazione storica che vanta 729 anni di storia. L’Aquila, rinomata città abruzzese, farà rivivere la straordinaria ricorrenza storico-religiosa che è diventata, nel 2019, Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. La 729a edizione della Perdonanza Celestiniana, si festeggia dal 23 al 30 Agosto 2023. Come da tradizione secolare, sarà data l’indulgenza plenaria a tutti i fedeli che entreranno nella Basilica di Santa Maria di Collemaggio tra il 28 e il 29 agosto.

La Bolla del Perdono di Celestino V
La Bolla del Perdono di Celestino V

Per ricevere il perdono, i fedeli devono essere “sinceramente pentiti e confessati”, come disposto nella Bolla del Perdono del 1294 di Papa Celestino V.

Il pontefice rivoluzionò il modus operandi per ottenere l’indulgenza. Non più denari in cambio del perdono, non più distinzione tra classi sociali, ma solo un pentimento sentito, sofferto, ottenuto attraverso la confessione e la comunione eucaristica.

Celestino V il Papa eremita
tomba di papa Celestino V, Basilica di Santa Maria di Collemaggio
La tomba di papa Celestino V nella Basilica di Santa Maria di Collemaggio

Celestino V, il cui vero nome era Pietro Angeleri, visse per molti anni da eremita in una grotta sul Monte Morrone, sopra Sulmona. Per i suoi trascorsi in questi luoghi, gli abitanti gli diedero l’appellativo di Pietro del Morrone. La sua devozione cristiana e la sua semplice vita furono premiati con la nomina a Papa il 5 luglio 1294. La sua consacrazione avvenne il 29 agosto, con la partecipazione di re, cardinali, nobili, e una nutrita folla di fedeli. Il 13 dicembre dello stesso anno fu costretto ad abdicare in favore del Cardinale Benedetto Caetani che prese il nome di Bonifacio VIII. Si racconta che durante l’ultimo colloquio con il suo successore Bonifacio VIII pronunciò la terribile profezia: “Nel papato sei entrato come la volpe, regnerai come il leone, morirai come il cane”.

LEGGI ANCHE  Consumatori consapevoli. Appuntamento a Ferrara

La Bolla del Perdono, ieri come oggi, prevede che i fedeli, confessati e pentiti, possano ottenere la remissione dei peccati e l’assoluzione dalla pena, attraverso la visita alla Basilica di Collemaggio dai vespri del 28 fino ai vespri del 29 agosto.

Il Cammino del Perdono e il cerimoniale
Il percorso del Cammino del Perdono
Presentazione del percorso del Cammino del Perdono

La celebrazione solenne, preceduta da due settimane del “Cammino del perdono” che coinvolge 23 paesi lungo un itinerario di 80 chilometri e termina il 23 agosto, prevede l’apertura della Porta Santa della Basilica. L’Arcivescovo della diocesi de L’Aquila, batte per 3 volte la Porta Santa con un ramoscello d’ulivo, mentre il Sindaco della città legge alla cittadinanza il documento. La ricorrenza della Bolla inizia il 28 agosto con una serie di antichi cerimoniali.

corteo-dama e giovinsignore in un precedente edizione
Corteo con dama e giovinsignore in un precedente edizione

Si parte col “Corteo della Bolla” con figuranti in costume medievale che si muovono lungo il centro storico della città. Si parte da Palazzo Margherita per raggiungere la Basilica di Collemaggio, dove sono riposte le spoglie di Celestino V. Vengono inoltre rievocate le tre figure cardine del corteo: la Dama della Bolla ovvero la donna che trasporta l’antico documento papale; il Giovin Signore, che ha l’onore di portare il ramo d’ulivo per l’apertura della Porta Sacra; la Dama della Croce, colei che passerà all’Arcivescovo la croce. Essere insigniti del titolo di figure principali del corteo, è sicuramente un’esperienza unica che lascerà un ricordo indelebile.

Perdonanza, indulgenza e spettacolo
Presentazione dell'evento Perdonanza Celestiniana
Presentazione dell’evento Perdonanza Celestiniana

La selezione delle candidature, quest’anno è all’insegna dell’arte. Sono stati scelti, infatti, due giovani studenti impegnati negli studi all’Accademia di Belle Arti e al Conservatorio. Per il ruolo di Dama della Bolla, invece, è stata scelta Viola Graziosi, attrice teatrale che lavora tra Francia e Italia.

LEGGI ANCHE  Appuntamento in Friuli con "Vino & territorio 2005"

La Perdonanza si arricchisce di importanti momenti di spettacolo a cui interverranno prestigiosi artisti del mondo della danza, del canto, della musica. L’Arcidiocesi de L’Aquila ha precisato le modalità dettagliate per l’acquisto dell’indulgenza, per sé stessi o per un defunto, per la quale occorre:

  • Visitare la basilica tra i vespri del 28 e quello del 29 agosto e recitare il Credo, il Padre nostro e la preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice;
  • Accostarsi alla Confessione Sacramentale e alla Comunione Eucaristica (entro gli 8 giorni precedenti o seguenti).

Il programma completo per la Perdonanza Celestiniana al seguente link

Leggi anche:

VIAGGIO DI SCOPERTA CON I BIMBI

PALIO DELLE MURA A PESCHIERA DEL GARDA

APPUNTAMENTI CON LA CULTURA: MUSEO DI STORIA NATURALE GIANCARLO LIGABUE

Condividi sui social: