Martedì 16 Luglio 2024 - Anno XXII

Strade Zitte: pedalare, ammirare, raccontare

Strade zitte Turbolento itinerari cicloturismo

Il cicloturismo di qualità si raffigura nell’impegno e nella promozione del progetto “Strade Zitte”, itinerari da collezione. Tracce GPS con immagini e schede tecniche scaricabili gratuitamente.

cicloturismo Strade zitte itinerario Romagna
Strade zitte itinerario Romagna (ph. Giovanni Auletta) Pentaphoto

Le Strade Zitte rappresentano l’eccellenza del cicloturismo di qualità in Italia. Un progetto innovativo che offre oltre 280 percorsi cicloturistici gratuiti lungo strade secondarie di campagna e montagna. Quest’anno ha ricevuto il Premio Innovazione ImpreSapiens, prestigioso riconoscimento, alla sua prima edizione, organizzato dall’Università Sapienza di Roma.

Le Strade Zitte sono “itinerari da collezione” lungo strade secondarie lontane dal frastuono dei motori. Nato inizialmente in forma amatoriale all’inizio degli anni 2000, oggi il progetto continua ad aggiungere percorsi.
Le tracce GPX arricchite da galleria fotografica e una dettagliata scheda tecnica con le informazioni essenziali su lunghezza, dislivello e punti di interesse lungo il percorso, sono disponibili per il download gratuito sul sito www.turbolento.net.

Strade Zitte: itinerari lungo lo stivale

Strade zitte Turbolento Calabria turismo esperienzialeSono 280 i percorsi in Italia delle Strade Zitte. I primi otto sono stati sviluppati nella provincia di Milano, seguiti da molti altri in Lombardia, e poi ancora più lontano, seguendo le vie d’acqua verso il Mar Ligure e l’Alto Adriatico, scendendo poi verso il Sud, isole e il resto della Penisola. Ma c’è ancora molto da fare, raccontare e pedalare dicono i promotori.
Tutto ciò è stato realizzato grazie alle risorse finanziarie di Turbolento Thinkbike, una società sportiva ciclistica amatoriale milanese nata oltre 30 anni fa per coniugare velocità e lentezza, sport e divertimento. Il fondatore Paolo Tagliacarne, per il suo nome si è ispirato da una canzone di Paolo Conte.

ImpreSapiens un premio condiviso

strade zitte Lombardia Turbolento Premio Innovazione ImpreSapiensIl progetto Strade Zitte, vince, alla sua prima edizione, il prestigioso Premio Innovazione ImpreSapiens, a pari merito con altri quattro progetti. Una vittoria che testimonia l’impegno nell’innovazione e nello sviluppo sostenibile del turismo ciclistico. Uno stimolo e un incentivo per Turbolento Thinkbike a espandere, migliorare e aumentare l’offerta di percorsi cicloturistici in tutta Italia. Il premio è anche un mezzo per far crescere il progetto Strade Zitte attraverso finanziamenti a livello nazionale come forma di turismo attivo, non invasivo e sostenibile.

LEGGI ANCHE  Nuovo Four Points by Sheraton a Philadelphia

“Le Strade Zitte sono non solo percorsi cicloturistici, ma un impegno profondo verso la tutela del nostro patrimonio naturale. Creiamo ricadute economiche che valorizzano le aree meno frequentate d’Italia, promuovendo un turismo esperienziale, sostenibile e non convenzionale. Guidati dal pensiero di Albert Einstein, ‘Il futuro prima che altrove è nella nostra testa’, abbiamo sviluppato questo progetto che continua a crescere e a raccontare nuove storie attraverso le strade meno battute”, ha dichiarato Paolo Tagliacarne, all’indomani del lancio della prima Strada Zitta in Calabria.

Chase the Sun, insegui il sole
strade zitte Pedalare  silenzio natura
Pedalare nel silenzio della natura (ph. Giovanni Auletta Pentaphoto)

I cicloturisti contemporanei secondo Turbolento sono il punto d’incontro tra la velocità e la lentezza, lo sport e il divertimento. Persone che amano godere il paesaggio, la bellezza, il benessere psico-fisico e hanno il senso della collettività, della sostenibilità e il rispetto dell’ambiente.

Turbolento Thinkbike anche quest’anno, in corrispondenza del solstizio d’estate, ha organizzato la Chase the Sun. Una ride da Cesenatico a Tirrenia, dall’alba al tramonto che ha visto la partecipazione di 250 ciclisti provenienti da tutto il mondo. Questa settima edizione ha registrato dati molto positivi, con il 52% di iscritti stranieri e una partecipazione femminile che ha raggiunto il 24%.

Leggi anche:

ISOLA D’ELBA: FAST TOUR IN 48 ORE

TURISMO OUTDOOR: SCOPRI LA FRANCIA

FAMILY FESTIVAL SULL’ALTOPIANO DELLA PAGANELLA

Condividi sui social: