Mercoledì 17 Aprile 2024 - Anno XXII

Federica Gögele

Betancuria Fuerteventura 2
Reportage Europa

Fuerteventura, le atmosfere di Betancuria e la voce dell’Atlantico

di
Federica Gögele

Prosegue il viaggio attraverso l’isola di Fuerteventure. Percorriamo un territorio modellato dagli agenti atmosferici e dalle mani dei suoi artigiani. La Oliva a nord, Betancuria al centro, fino alla meridionale Morro Jable

Fuerteventura
Reportage Europa

Fuerteventura rapsodia in nero

di
Federica Gögele

L’isola delle Canarie più esposta all’erosione dei venti. Fuerteventura è verde a dispetto della scarse precipitazioni. Parchi e riserve protette vengono curati e tenuti puliti dagli abitanti. Il suolo vulcanico produce un ottimo vino Malvasia

Islanda del sud Seljalandsfoss
Reportage Europa

Iceland 4: isola dalla bellezza sconvolgente

di
Federica Gögele

L’Islanda è tutta da scoprire in ogni stagione. Un’isola attraente che stupisce per la sua diversità, la forza della natura, i suoi abitanti. Qui si impara l’assenza di giudizio

Natura Islanda-3 Le cascate di Godafoss
Reportage Europa

Iceland 3: natura estrema e colori in continua evoluzione

di
Federica Gögele

Il nostro viaggio in Islanda prosegue. Un’isola che non smette di stupire. Scenari sempre nuovi e diversi. La magnificenza dei suoi paesaggi dal nero vulcanico al verde brughiera, dal viola lupino al marrone roccioso. Vapori e bolle di terra vulcanica

Islanda 2
Reportage Europa

Iceland 2: dalle montagne dell’Alto Adige alla fiabesca Islanda

di
Federica Gögele

Prosegue il viaggio nei panorami magici e fiabeschi dell’Islanda. Sognare a occhi aperti e precipitare nelle discese dei fiordi. Andare alla ricerca delle balene e osservare la grazia di queste enormi ballerine del mare

Islandesi Islanda-occidentale-fiordi
Reportage Europa

Iceland 1. Islandesi invincibili guerrieri contro la sfida naturale, climatica, storica

di
Federica Gögele

L’Islanda è una terra avvincente e turbolenta. Gli islandesi un popolo fiero, temprato. Donne è uomini sono alla pari. Gente che credono nelle fate e nei mostri marini. Hanno vulcani e fiordi, pecore e balene, ma non ascoltano più le sirene della finanza internazionale