Lunedì 17 Giugno 2024 - Anno XXII

Air Europa vola a Buenos Aires

Nuova rotta da Madrid verso l’Argentina per la compagnia privata spagnola. Da Roma e Milano, a partire dal 26 marzo prossimo

Ballerini Arianna
Ballerini Arianna

Air Europa ha annunciato un nuovo collegamento da Madrid a Buenos Aires
operativo dal 26 marzo prossimo. La compagnia privata spagnola inaugura
il 2007 con la rotta verso l’Argentina quattro volte alla settimana. Il
vettore consolida il parco voli verso l’America Latina che per l’Italia
si può raggiungere via Madrid, sempre viaggiando con Air Europa: due
volte alla settimana partono aerei da Roma Fiumicino, una volta alla
settimana da Milano Malpensa. Per la nuova rotta è stata annunciata
un’offerta lancio che prevede 539 euro, tasse escluse, con andata e
ritorno in Italia entro il 30 giugno 2006 e disponibilità di vendita
fino al 15 febbraio.
“Il lancio del nuovo volo per Buenos Aires
rappresentava da molto tempo un obiettivo importante per la compagnia”,
ha detto Arianna Ballerini, responsabile Marketing e Vendite Europa,
“con questa nuova rotta confermiamo l’intenzione di investire sui
collegamenti intercontinentali e di espanderci sempre di più in America
Latina. Tra le nostre destinazioni non poteva mancare Buenos Aires, una
delle mete più richieste dal mercato, tanto per il traffico etnico che
per il segmento leisure. Ci aspettiamo un buon riscontro: l’Argentina è
un Paese molto interessante non solo per il mercato turistico spagnolo,
ma anche per altri paesi europei e in particolare per l’Italia”.
La
compagnia ha dotato il collegamento dei nuovi velivoli Airbus A330-200,
con 275 posti in classe economy e 24 in classe business. Ogni
passeggero, in classe business e turista, ha a disposizione uno schermo
personale e un telecomando per vedere film e video. Chi sceglie la
classe business ha il vantaggio dei sedili “cocoon”, completamente
reclinabili fino a diventare un letto.
Air Europa, attiva dal 1986, oggi offre voli di linea su 28 paesi, per un totale di 89 destinazioni.

LEGGI ANCHE  In valle d'Aosta il risveglio dei sensi
Condividi sui social: