Sabato 20 Aprile 2024 - Anno XXII

Siena rivive il Trecento

Da settembre sino a maggio 2010 le contrade sveleranno i loro musei e oratori, nei ristoranti della città si degusteranno i piatti della tradizione e visite guidate condurranno negli antichi “Terzi”. Siena ritorna al Medioevo per festeggiare una importante ricorrenza

Siena, Palazzo Pubblico
Siena, Palazzo Pubblico

Siena celebra un anniversario significativo per la sua storia costituzionale: i 700 anni del “Costituto Senese“, il corpus di norme che scandiva la vita della Repubblica e che nel 1309 il governo cittadino stabilì di fare tradurre dal latino in volgare, la lingua parlata e comprensibile a tutti. Dal 12 settembre la copia originale del manoscritto trecentesco tornerà quindi a Palazzo Pubblico, nella sala del Buongoverno affrescata da Ambrogio Lorenzetti, per essere ammirata nelle sue accurate miniature e rubriche. L’Archivio di Stato ha infatti dato il via libera all’esposizione del Costituto all’interno dello stesso edificio in cui si decise di renderlo consultabile per la prima volta ai cittadini “acciocché le povare persone et altre persone che non sanno grammatica, et li altri, è quali vorranno, possano esso vedere et copia inde trarre et avere a loro volontà”.

La Città del Sì

Un momento del Palio
Un momento del Palio

La ricorrenza dà in questo modo l’avvio a un calendario di iniziative che animeranno le contrade cittadine dal prossimo settembre sino a maggio 2010. Il festival si intitola “La Città del Sì”, con riferimento alle parole usate da Dante e rivolte alla lingua volgare. In calendario ci sono spettacoli, mostre, lezioni e itinerari storici e gastronomici che cercheranno di raccontare e far assaporare lo splendore della Siena medievale, quando era una delle dieci metropoli più grandi d’Europa (per avere una panoramica completa degli appuntamenti, visitare il sito Internet – in fase di aggiornamento – lacittadelsi.comune.siena.it o il portale del Comune www.comune.siena.it).

Il programma

Vista panoramica della città toscana
Vista panoramica della città toscana

Inedita la possibilità di visitare i musei più intimi della città, quelli delle 17 contrade del Palio, che ogni sabato mattina, dalle 10 alle 13, sveleranno le loro sedi private, compresi gli oratori, con la loro consistente e varia raccolta di arredi, paramenti, stendardi, oreficerie. La prenotazione va effettuata presso il Comune di Siena.

LEGGI ANCHE  In Cina per l'Expo

Un circuito enogastronomico composto da 29 ristoranti proporrà invece menù speciali chiamati “La Città del Sì” e ispirati alle ricette della tradizione medievale. Ogni weekend poi, dal venerdì alla domenica, Piazza del Campo ospiterà i mercati nello stile dell’epoca, mentre ogni venerdì a partire dalle 17 nel Palazzo Pubblico o nell’antico Spedale di Santa Martia della Scala rivivranno il poeta Cecco Angiolieri o il pittore Duccio di Boninsegna. Altri itinerari condurranno inoltre alla scoperta dei tre “Terzi di città”, l’antica divisone amministrativa della città di Siena, della via Francigena e degli angoli poco noti del centro storico.

(25/8/09)

Condividi sui social: