Giovedì 18 Agosto 2022 - Anno XX
Parto (per l’estero), tradisco e torno

Parto (per l’estero), tradisco e torno

I viaggi di lavoro mettono a dura prova la fedeltà coniugale, ma attenzione ci sono città più “a rischio scappatella”. E Parigi guida la classifica

Una scena del film
Una scena del film “Gli infedeli”, appena uscito nelle sale italiane

 

C’è chi dice agli infedeli che, per non essere scoperti, basta non tradire. Chi però alla scappatella proprio non vuole rinunciare può sempre pensare di varcare i confini nazionali. E non rischiare così di essere beccato dal partner. Sarà forse per questo che sempre più spesso i tradimenti (si calcola quasi il 60 per cento) avverrebbero, oltre che sul posto di lavoro (luogo vietato agli investigatori) o nei viaggi di lavoro. A facilitare i tradimenti sarebbero soprattutto le trasferte. Meglio ovviamente se all’estero. Dopo ore e ore trascorse gomito a gomito alla scrivania, la scintilla della passione scatterebbe una volta in convention. E non è tutto. Qualcuno azzarda addirittura che ci siano città più “a rischio scappatella” di altre.

Parigi, romantica e peccaminosa

ll celebre Moulin Rouge, nel quartiere a luci rosse di Pigalle a Parigi
ll celebre Moulin Rouge, nel quartiere a luci rosse di Pigalle a Parigi

La lista è lunga. In cima alla classifica delle metropoli più peccaminose Parigi, da sempre la città più romantica di tutte. Seguono Barcellona, Bruxelles, Londra, Ginevra e Berlino. Peccato solo che oggi, visti anche i tempi di crisi, siano sempre di più le aziende che hanno tagliato la trasferta all’estero come voce di costo. Come fare allora a fare colpo sulla collega? Non resta che arrangiarsi. Che tradotto significa inventarsi una trasferta fasulla. Di seguito qualche dritta sull’hotel da scegliere.

Londra da regine per il “Diamond Jubilee”

A Londra per i 60 anni di regno della Regina Elisabetta II
A Londra per i 60 anni di regno della Regina Elisabetta II

Notti da nababbi, o meglio da re e regine, anche all’hotel quattro stelle St Ermin’s in St James’s Park, a Londra, che, fino ad agosto, offrirà un maestoso pacchetto di tre notti compresa la prima colazione per festeggiare il Diamond Jubilee. L’offerta include un tour di Westminster Abbey (che fu scena dell’incoronazione della Regina Elisabetta II nel 1953); un tè pomeridiano “reale” messo a punto dallo chef Vedat nella biblioteca dell’hotel; un picnic regale e un pacchetto di benvenuto contenente le bandierine, i cappellini e alcuni souvenir del Diamond Jubilee. Il St Ermin’s Hotel dista solo cinque minuti a piedi dal Tamigi e dal Westminster Bridge che lo rendono un luogo ideale per il weekend del Queen’s Diamond Jubilee. Per tenersi sempre informati su quello che succede a Londra basta collegarsi al sito www.visitlondon.com/it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA