Martedì 16 Aprile 2024 - Anno XXII

Weekend gustoso ad Ardesio

Una rassegna eno-gastronomica che cresce, anno dopo anno. All’insegna del “buon fare”, produzione come manifestazioni, che coinvolgono le varie regioni d’Italia. La “sublimazione” avviene fra le strade di Ardesio, in Val Seriana, dove il “DiVino” è più che mai appropriato

Un calice di vino apre la festa. Foto: photo-news.it
Un calice di vino apre la festa. Foto: photo-news.it

 

Quella del 4 e 5 agosto ad Ardesio in Valle Seriana, “Ardesio DiVino 2012”, non è una rassegna che vuol vantare grandissimi numeri relativamente alle presenze, anche se i suoi bei numeri ce li ha: se 4000 visitatori vi paion pochi… Del resto, occorre tener presente che si svolge ad Ardesio, in piena Valle Seriana che non è proprio il centro del mondo. Ma al visitatore dà la soddisfazione di visitare una fiera enogastronomica genuina che ripaga ampiamente della fatica. “Che poi tale non è, perché – assicura Paolo Tegoni che, insieme con Luca Cagnasso, si occupa della selezione dei produttori – è una piacevole passeggiata nelle vie storiche del paese, tra profumi e sapori enogastronomici antichi e riscoperti”.

Di tutto un po’ … e il meglio di tutto!

Stand degustazione nelle strade di Ardesio. Foto: photo-news.it
Stand degustazione nelle strade di Ardesio. Foto: photo-news.it

A dare nobile cittadinanza ad Ardesio DiVino sono le precedenti edizioni baciate da crescente successo. Quella di quest’anno è l’ottava edizione e conta di superare con un balzo i 1600 partecipanti, i 4000 visitatori, i 60 stand (40 di viticoltori e 20 di gastronomia) dello scorso anno. Protagonisti saranno i produttori bergamaschi, ma a loro si aggiungono anche altri “artigiani del gusto” che arrivano da altre parti d’Italia. Insomma: ad Ardesio nel primo finesettimana di agosto si potrà fare una passeggiata tra le eccellenze enogastronomiche di buona parte d’Italia, e persino della Slovenia. Formaggi, salumi, mieli, olii, dolci e specialità locali, si potranno assaggiare nelle vie del centro storico, dove, naturalmente, come detto, non mancheranno i viticoltori. Inoltre, come ogni rassegna enogastronomica comanda, purtroppo solo per pochi eletti, c’è in programma per la serata di venerdì 3 agosto una cena preparata dal premiato chef ardesiano Alberto Zanoletti in collaborazione con Slow Food condotta Valli Orobiche; sempre nella stessa serata a illustrare i vini nel ruolo di sommelier (nonché docente universitario a Parma) sarà Paolo Tegoni

LEGGI ANCHE  Manuale dello chef
Condividi sui social: