Lunedì 11 Dicembre 2023 - Anno XXI

A Mantova per un lungo weekend di musica e design

Dal 23 al 26 maggio la città dei Gonzaga risuona delle note del Festival Internazionale di Musica da Camera. Oltre ottanta i concerti in programma e più di cento i musicisti europei

Concerti sotto ai portici. Foto: Bernardelli Mauro
Concerti sotto ai portici. Foto: Bernardelli Mauro

 

Ascoltare buona musica e al tempo stesso visitare una delle più belle città del Belpaese. Succede a Mantova dove, da giovedì 23 a domenica 26 maggio andrà in scena la prima edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera, che l’Orchestra da Camera di Mantova porterà in scena, con la Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici della province di Mantova, Brescia e Cremona, in occasione della terza edizione di Mantova Creativa. Un appuntamento per gli amanti del genere, ma non solo, che ha tutte le premesse per essere unico. E non solo per una questione di numeri. Oltre ottanta i concerti in programma e più di cento i musicisti europei che animeranno la città dei Gonzaga, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Musica nei luoghi storici e d’arte

Performance e installazioni artistiche sui palazzi del centro. Foto: Zaffanella Elisa
Performance e installazioni artistiche sui palazzi del centro. Foto: Zaffanella Elisa

La maggior parte delle performance musicali avranno, infatti, come palcoscenico le medesime sedi per le quali furono originariamente ideate e composte. Che tradotto significa: un’occasione d’ascolto più unica che rara, per timpani raffinati. Cuore della manifestazione saranno proprio le sale del Palazzo Ducale. Di recente tornato agli antichi splendori grazie a una sapiente opera di restauro. Proprio nella Reggia dei Gonzaga si esibiranno il pianista Alexander Lonquich e il violoncellista Giovanni Sollima, tra i primi ad aver accolto l’invito al Festival.

Per quattro giorni la musica rieccheggerà in tutta la città. Dalle 10 alle 23, la città dei Gonzaga sarà un concerto a cielo aperto. Oltre ai concerti che si terranno nelle diverse sale del Palazzo, sono infatti previste brevi performance non-stop sparse in altri luoghi d’arte. L’idea è di offrire ai passanti una fruizione diversa e innovativa della musica, oltre che favorire un dialogo tra forme artistiche e d’espressione. Percorsi di visita appositamente delineati e affidati a studiosi e storici dell’arte incroceranno le performance musicali, prenderanno da esse spunto o vi culmineranno, per un costante e continuo intersecarsi di arti e suggestioni.

Mantova sempre creativa

Foto: Paolo Fiaccadori
Foto: Paolo Fiaccadori

Negli stessi giorni del Festival Internazionale di Musica da Camera la città ospita, infatti, Mantova Creativa. Un appuntamento ideato da alcuni architetti, designer, artisti e imprenditori locali che, riunitosi in un associazione no profit, da tre anni, per quattro giorni trasformano il centro storico della città e dintorni in un laboratorio della creatività, in grado di mettere in contatto designer, artisti e studenti con aziende di rilevanza nazionale e internazionale. Scopo della manifestazione è infatti quello di costruire una piattaforma sulla quale creatività e impresa si possano incontrare, oltre che essere un’occasione per attirare turisti e visitatori e presentare loro le realtà del territorio. Per l’occasione verrà resa possibile la visita di luoghi inconsueti e di solito non aperti al pubblico, come il forte di Pietole, straordinaria struttura militare, raggiungibile via terra e via acqua, ora abbandonata, di origine napoleonica e austroungarica, che nei giorni della manifestazione avrà nuova vita grazie a floricoltori, florovivaisti e floral designer che allestiranno una mostra dedicata agli spazi verdi, alla riqualificazione ambientale ed una rassegna fotografica. Immancabile nel programma cibi e vini con diverse iniziative originali.

(22/05/2013)

 

Info: www.mantovacreativa.it

Condividi sui social: