Martedì 17 Settembre 2019 - Anno XVII
Trekking urbano a passo lento

Trekking urbano a passo lento

Si cammina in città fuori dai circuiti tradizionali per scoprire ciò che c’è e che a volte non si conosce e non si vede.Oggi 31 ottobre ricorre la decima giornata nazionale del turismo lento. Trentacinque città, da nord a sud, propongono itinerari, iniziative all’aria aperta e opening straordinari

Siena è la città capofila della manifestazione
Siena è la città capofila della manifestazione

 

Non v’è dubbio che il modo per scoprire e talvolta ri-scoprire monumenti e tragitti meno noti dei centri storici italiani, sia quello di camminare, possibilmente con una guida esperta e attenta, ciascuno al proprio ritmo, ma con tanta curiosità.
È questa la formula vincente dell’iniziativa “Trekking urbano”,  diventata Giornata Nazionale del Turismo a piedi, che il 31 ottobre compie dieci anni.
Ma cos’è esattamente il Trekking Urbano?
In sostanza è un nuovo modo di fare turismo lontano dai circuiti tradizionali, decisamente sostenibile e  meno vincolato, che privilegia gli angoli più nascosti e meno noti delle città d´arte italiane. Il trekker, attraverso itinerari studiati da esperti conoscitori delle singole città partecipanti alla manifestazione, ha l’occasione di vivere una esperienza di viaggio-scoperta, coniugando la possibilità di immergersi nell´arte e nella natura con la possibilità di praticare del sano esercizio fisico.

Tra città e borghi sono trentacinque

Cartina alla mano e via, alla scoperta delle nostre città!
Cartina alla mano e via, alla scoperta delle nostre città!

Sono trentacinque le città italiane, da nord a sud, che proporranno percorsi, di vario livello di difficoltà, accessibili a tutte le età. In alcune città, l’iniziativa si protrarrà anche nei giorni successivi al 31 ottobre, come ad esempio a Siena, città capofila del progetto, che ideò l’iniziativa nel 2002. Il Trekking Urbano è diventato in questi dieci anni un’opportunità da cogliere per gli amanti dell’attività sportiva a ritmo lento, ma anche per socializzare con gli altri compagni di viaggio e condividere con loro l’emozione della scoperta di un dettaglio, una curiosità,  un aneddoto sulla vita passata o presente della città visitata. 

I partecipanti all’edizione 2013, tra grandi città e piccoli borghi dalla storia sorprendente (che hanno molto da raccontare) sono: Amelia (Terni), Ancona, Ascoli Piceno, Bassano del Grappa, Biella, Bologna, Cagliari, Chieti, Cividale del Friuli, Faenza, Fermo, Forlì, Giulianova, Lucca, Mantova, Napoli, Orani (Nuoro), Ortona, Padova, Palermo, Pavia, Perugia, Pistoia, Ragusa, Rieti, Salerno, Savignano sul Rubicone, Siena, Spoleto, Tarquinia, Tempio Pausania, Teramo, Trento, Treviso, Urbino. 

Il sito web www.trekkingurbano.info propone per ogni città, una scheda  del percorso, la sua lunghezza, il livello di difficoltà, l’orario di partenza della visita guidata,con descrizioni che invogliano ad indossare subito un paio di scarpe comode e partire alla scoperta della propria o di altre città.

(31/10/2013)

© RIPRODUZIONE RISERVATA