Mercoledì 17 Luglio 2024 - Anno XXII

I volti di Israele

Da un lato c’è Gerusalemme e i luoghi mistici della Terra Santa, meta di pellegrini in arrivo da tutto il mondo (in questi giorni è attesa la visita di Papa Francesco), dall’altro lato la mondana Tel Aviv che inaugura la stagione estiva tra party sulla spiaggia e acrobazie sulle tavole da surf

Papa Francesco
Papa Francesco

Riflettori puntati su Israele. La Terra Santa è pronta ad accogliere Papa Francesco che dal 24 al 26 maggio visiterà i luoghi della cristianità. Anzitutto, vado in Terra Santa per incontrare il mio fratello Bartolomeo I, nella ricorrenza del 50° anniversario dell’incontro di Paolo VI con Atenagora I – ha detto il Pontefice – ‘Pietro’ e ‘Andrea’ si incontreranno un’altra volta e questo è molto bello!” ha esclamato – “il secondo motivo del mio viaggio è pregare per la pace, in quella terra che soffre tanto“.

Per rendere omaggio alla prima visita ufficiale del Papa argentino, il ministero del Turismo di Israele ha realizzato un video in lingua italiana per raccontare e illustrare i luoghi attraversati: www.youtube.com/watch?v=QgVpKWilhxU&feature=youtu.be.

Sul sito che il ministero del Turismo di Israele dedica alla visita di Papa Francesco, è anche possibile vedere un video che racconta il recente incontro a Roma tra il Pontefice e il Rabbino Scorca, argentino, grande amico del Papa, giunto a Roma proprio in vista del viaggio di Bergoglio in Terra Santa. Sempre sul sito del ministero del Turismo anche il programma completo e tutti gli aggiornamenti relativi alla visita del Papa. Info su www.holyland-pilgrimage.org, www.youtube.com/watch?v=fcfRq9Ne0qE, www.goisrael.it

Vita di spiaggia

Sport marini a un passo dal centro città
Sport marini a un passo dal centro città

Più di 8,5 milioni di bagnanti – turisti e locali – potranno fruire delle 13 spiagge lungo 8,7 miglia del tratto di costa Tel Aviv –Jaffa. Quattro spiagge sono accessibili alle persone con disabilità: Tzuk, Northern tzuk, Metzizim e Hilton – tutte nella parte nord della città della città. Le spiagge sono attrezzate con sedie a sdraio, ristoranti, palestre all’aperto, giochi per bambini, biblioteche da spiaggia, WiFi gratuito spogliatoi, docce e servizi igienici. Il lungomare brulica di vita e di decine di ristoranti, caffetterie e gelaterie che fiancheggiano la spiaggia e il lungomare, mentre pub, discoteche e jazz club fioriscono dopo il tramonto. Servizi Lifeguard sono disponibili da maggio a ottobre.

LEGGI ANCHE  La parola è doppia

Ogni spiaggia ha il suo “carattere”: la spiaggia Gordon è rinomata per il beach volley, mentre la comunità gay tende a gravitare verso il tratto vicino alla Hilton che si è così guadagnata il titolo ufficioso di spiaggia gay-friendly della città. A Tel Aviv la stretta striscia di sabbia vicino alla Marina è meno affollata e più tranquilla e lì è anche possibile noleggiare windsurf, tavole da surf, barche a vela, motoscafi e attrezzatura subacquea. Il surf è popolare all’Hilton Beach, dove un speciale sistema di illuminazione è stato recentemente installato per consentire surf e Kite surf notturni.

(23/05/2014)

La movida è a Tel Aviv

Tel Aviv
Tel Aviv

L’altro volto di Israele ha le sembianze di Tel Aviv, mondana, laica, migliore destinazione “beach party” al mondo secondo il giornale Usa Today che ha inserito la capitale della movida israeliana in una nuova lista creata dal Matador Travel Network. La classifica colloca Tel Aviv davanti a storiche destinazioni di viaggio, tra cui Città del Capo, Los Angeles e Barcellona. Questo è il momento giusto per conoscere la città e godere delle sue spiegge: si è appena aperta infatti la stagione balneare in Israele che si concluderà alla fine di ottobre, con la presenza di bagnini che sorveglieranno sulla sicurezza dei bagnanti lungo tutte le spiagge della costa israeliana.

La “Foundation for Environmental Education (FEE)” ha assegnato l’ambitaBandiera Blu per eccellenza ambientale a 21 spiagge di Tel Aviv e a due marine: il doppio del numero assegnato nel 2013. La Bandiera Blu è un riconoscimento di eccellenza ambientale assegnato a più di 3850 spiagge e porti turistici in 48 paesi in Europa, Sud Africa, Marocco, Tunisia, Nuova Zelanda, Brasile, Canada e Caraibi. In Israele le spiagge vincitrice del riconoscimento sono scelte dalla “Foundation for Environmental Education” attraverso la locale ONG EcoOcean.  

LEGGI ANCHE  Svizzera, nella regione del Giura e dei Tre Laghi

Le 21 spiagge scelte includono Hukuk Beach sul lago di Tiberiade, Dado ad Haifa; Chanz, Onot, Amfy, Herzl, Sironit North, Sironit South, Lagoon-Argaman e Poleg beaches a Netanya; Metzizim e Jerusalem beaches a Tel Aviv; HaKachol Beach a Rishon Lezion; Mei Ami, Oranim, Lido, Kshatot, Yod Alef, Riveria una specifica spiaggia di Ashdod; e l’Hash’hafim Beach ad Eilat. Anche le marine di Herzeliya e Tel Aviv hanno ottenuto la bandiera blu.

Condividi sui social: