Sabato 20 Aprile 2024 - Anno XXII

Buon Ricordo da Parma

50 anni di vita, 100 chef impegnati, 300 metri di tavolata, 1.000 partecipanti. Sono i numeri per una grande festa gastronomica in una delle capitali della cucina italiana

Buon Ricordo da Parma

Martedì 9 settembre l’Unione Ristoranti del Buon Ricordo festeggia i suoi 50 anni di vita organizzando una tavolata di 300 metri, apparecchiata fra Piazza Garibaldi, Strada Repubblica, Portici del Grano nel cuore del centro storico di Parma. La cena sarà riservata a un massimo di mille commensali ai quali sarà donato, come da tradizione, in ricordo della serata il piatto del 50° dipinto a mano dagli artigiani della Ceramica Solimene di Vietri sul Mare, realizzato in edizione speciale datata e numerata e in distribuzione solo il 9 settembre, a sottolineare la storicità e l’unicità dell’evento. A fare da sottofondo e accompagnamento ai vari momenti della serata, saranno eseguite musiche verdiane. La cena si terrà anche in caso di maltempo, in un luogo che sarà comunicato per tempo sul sito www.100chefperunasera.com. Cento ristoranti del Buon Ricordo collaboreranno in vario modo alla realizzazione di un menu rappresentativo della tipicità della cucina italiana. L’aperitivo, con prodotti e vini delle regioni italiane, sarà servito dalle 19 alle 20,30 in Piazza Garibaldi. La cena avrà come cornice Strada Repubblica. 

Menu all’italiana

Parma, Piazza Garibaldi. Foto: Carra
Parma, Piazza Garibaldi. Foto: Carra

Il Menu, elaborato dagli chef del Buon Ricordo coordinati da Massimo Spigaroli prevede come antipasto, Carpione di fagiano con piccole verdure, petali di parmigiano reggiano e prosciutto di Parma, un piatto “delicato” legato al Nord che preparerà alle due portate successive, rappresentative del Centro e del Sud dell’Italia: i Ravioli di pasta fresca ai funghi porcini e finferli su crema di pecorino e Tartufo Nero estivo d’ispirazione umbra e Il Nero di Calabria farcito con capocollo e caciocavallo, salsa al miele e peperoncino. In conclusione la Cassata di Sicilia. Ad accompagnare le portate, saranno i vini: Friulano Livio Felluga, Barbaresco Serragrilli Riserva 2010 de La Contea, Vigna del Volta 2008 de La Stoppa. Il servizio sarà curato dai ristoratori del Buon Ricordo e dagli allievi della Scuola alberghiera di Salsomaggiore. Il dopocena sarà ospitato nei Portici del Grano, dove si gusteranno piccola pasticceria regionale, vini da meditazione, caffè e superalcolici. 

LEGGI ANCHE  Terre di Faenza: degustare il vino in Rocche, Parchi e Borghi

Una mostra diffusa

Il piatto per i 50 anni del Buon Ricordo
Il piatto per i 50 anni del Buon Ricordo

A fare da corollario alla cena, fin dalla mattina i partecipanti avranno la possibilità di visitare la zona monumentale della Pilotta, con il Teatro Farnese e la Galleria Nazionale, aperti gratuitamente per loro. Una Mostra “diffusa” dedicata alla gastronomia italiana dal 1964 al 2014 sarà allestita nelle vetrine di circa 200 negozi affacciati sui luoghi dell’evento, che resteranno aperti anche la sera, mentre nella chiesa sconsacrata di S. Ludovico di via Cavour si potrà visitare una Mostra dei piatti storici del Buon Ricordo, da quelli dei 12 ristoranti fondatori del 1964 ai 111 del 2014. Curata dall’Associazione collezionisti del Piatto del Buon Ricordo. La quota di partecipazione è di 85 euro e per chi vuole pernottare a Parma, sono stati approntati pacchetti, anche di più giorni con visite alla FoodValley.

Info: www.100chefperunasera.com

(03/09/2014)

Condividi sui social: