Sabato 25 Maggio 2024 - Anno XXII

Fotografare il Parco

Scade il primo dicembre il termine per partecipare al concorso internazionale “Fotografare il Parco“. Il concorso è promosso dai parchi nazionali di Abruzzo, Lazio e Molise, dello Stelvio, del Gran Paradiso e da quello francese della Vanoise insieme a Swarovski Optik Italia e con il patrocinio di Alparc-Rete delle Aree Protette Alpine e di Federparchi.Nell’edizione 2014 è stata inserita una nuova categoria dedicata al mondo vegetale, che si affianca a quelle storiche dedicate ai paesaggi, alla fauna, al digiscoping e al micromondo dei Parchi. Un’altra importante novità consiste nel rinnovamento del sito web www.fotografareilparco.it che da quest’anno permette l’invio online … Leggi tutto

Fotografare il Parco

Scade il primo dicembre il termine per partecipare al concorso internazionale “Fotografare il Parco“. Il concorso è promosso dai parchi nazionali di Abruzzo, Lazio e Molise, dello Stelvio, del Gran Paradiso e da quello francese della Vanoise insieme a Swarovski Optik Italia e con il patrocinio di Alparc-Rete delle Aree Protette Alpine e di Federparchi.

Nell’edizione 2014 è stata inserita una nuova categoria dedicata al mondo vegetale, che si affianca a quelle storiche dedicate ai paesaggi, alla fauna, al digiscoping e al micromondo dei Parchi. Un’altra importante novità consiste nel rinnovamento del sito web www.fotografareilparco.it che da quest’anno permette l’invio online delle foto, facilitando così ancora di più la partecipazione degli appassionati.

I vincitori delle diverse categorie si aggiudicheranno un assegno di 1.000,00 euro, binocoli e attrezzature Swarovski, fotocamere reflex e compatte Canon oltre a stampe fotografiche presso il laboratorio fotografico Photogem, abbonamenti alla rivista “Natura” offerti dall’editore Edinat e soggiorni nel territorio delle quattro aree protette.  

La partecipazione al concorso è gratuita, per informazioni, il regolamento e la modalità di invio visitare il sito internet www.fotografareilparco.it.

(30/10/2014)

LEGGI ANCHE  Tartufi bianchi all’incanto
Condividi sui social: