Sabato 20 Luglio 2024 - Anno XXII

Viaggio nell’Abruzzo del secolo scorso

L’Aquila ancora con i palazzi puntellati dal terremoto del 1915, escursionisti presso la fontana delle 99 Cannelle, gli scenari del Gran Sasso: sono momenti della mostra “Italiani viaggiatori alla scoperta dell’Abruzzo” allestita presso l’Archivio di Stato dell’Aquila, nell’area industriale di Bazzano-L’Aquila, tra le iniziative per i 120 anni del Touring Club Italiano (Tci). Dopo il successo dell’esposizione a Pescara, l’allestimento nel capoluogo ha visto la collaborazione logistica dell’associazione “Jemo Nnanzi” – www.jemonnanzi.it – gruppo di azione civica impegnato a fare svoltare pagina all’Aquila dopo il sisma del 2009. La mostra si potrà visitare fino al 30 gennaio: pannelli didattici, documenti, … Leggi tutto

Viaggio nell'Abruzzo del secolo scorso

L’Aquila ancora con i palazzi puntellati dal terremoto del 1915, escursionisti presso la fontana delle 99 Cannelle, gli scenari del Gran Sasso: sono momenti della mostra “Italiani viaggiatori alla scoperta dell’Abruzzo” allestita presso l’Archivio di Stato dell’Aquila, nell’area industriale di Bazzano-L’Aquila, tra le iniziative per i 120 anni del Touring Club Italiano (Tci). Dopo il successo dell’esposizione a Pescara, l’allestimento nel capoluogo ha visto la collaborazione logistica dell’associazione “Jemo Nnanzi” – www.jemonnanzi.it – gruppo di azione civica impegnato a fare svoltare pagina all’Aquila dopo il sisma del 2009.

La mostra si potrà visitare fino al 30 gennaio: pannelli didattici, documenti, testi e foto documentano soprattutto i primi decenni di attività del Tci, fino agli anni Sessanta.

Alcuni scatti originali provengono dallo studio Mariani & Flechia di Milano: una foto che ritrae gli escursionisti presso la fontana delle 99 Cannelle è diventata la cartolina commemorativa dell’evento. Sono poi esposte immagini di un’escursione nazionale sul Gran Sasso del 1932, appuntamento che andò a precedere il lancio turistico delle strutture ricettive e impiantistiche attivate dal regime nel 1934.

Tra le curiosità della mostra la riscoperta di Vincenzo Buonassisi, pioniere della divulgazione televisiva della gastronomia italiana, nato all’Aquila nel 1918. Un pannello ricorda il suo viaggio nell’Abruzzo del gusto: Buonassisi si muove per il lettori del Touring dai monti al mare, mostrando familiarità e profonda conoscenza del territorio tra piatti e produzioni locali, città e ristoranti noti o anonimi di mezzo secolo fa. Altri pannelli ricordano la cartellonistica adottata a inizio secolo dal Touring, nelle bacheche sono esposte le copertine futuriste del periodico dell’inizio del secolo scorso, le prime cartografie ad uso dei ciclisti. Completano la documentazione esposta alcuni atti depositati presso l’Archivio di Stato relativi ai rapporti tra il soppresso Ente Provinciale del Turismo dell’Aquila e il Touring Club Italiano.

LEGGI ANCHE  Munch e lo spirito del Nord

(24/01/2015)

Condividi sui social: