Sabato 22 Giugno 2024 - Anno XXII

Delta potenzia i voli dall’Italia per gli Stati Uniti

Delta Airlines Delta Air Lines potenzierà dal prossimo mese i collegamenti fra l’Italia e il John F. Kennedy International Airport di New York, grazie alla ripresa dei voli per la Grande Mela in partenza dall’aeroporto Leonardo da Vinci di Roma e Marco Polo di Venezia. Il volo non-stop da Roma a New York JFK, che si aggiunge al servizio esistente per Atlanta, riprenderà dal 1° marzo, mentre quello in partenza da Venezia per New York-JFK sarà operativo dal 29 marzo. I passeggeri che proseguono il viaggio con un volo in coincidenza verso altre destinazioni statunitensi – tra cui Los Angeles, … Leggi tutto

Delta Airlines
Delta Airlines

Delta Air Lines potenzierà dal prossimo mese i collegamenti fra l’Italia e il John F. Kennedy International Airport di New York, grazie alla ripresa dei voli per la Grande Mela in partenza dall’aeroporto Leonardo da Vinci di Roma e Marco Polo di Venezia. Il volo non-stop da Roma a New York JFK, che si aggiunge al servizio esistente per Atlanta, riprenderà dal 1° marzo, mentre quello in partenza da Venezia per New York-JFK sarà operativo dal 29 marzo. I passeggeri che proseguono il viaggio con un volo in coincidenza verso altre destinazioni statunitensi – tra cui Los Angeles, San Francisco e Boston – arriveranno e ripartiranno dallo stesso Terminal 4 di Delta  all’aeroporto di New York-JFK, rinnovato grazie ai recenti lavori di ampliamento completati nel gennaio di quest'anno.

"Questi voli aggiungeranno 7.546 posti settimanali sulla rotta da e per New York durante la stagione di punta, offrendo ai passeggeri più opzioni di viaggio e facilitando il turismo in entrata in Italia", ha detto Perry Cantarutti, senior vice president di Delta per l'Europa, il Medio Oriente e l'Africa. "Si prevede che l'Italia accoglierà quest’anno più di due milioni di visitatori americani e la comodità e facilità delle connessioni da JFK rendono il Belpaese una meta ancora più appetibile per i turisti provenienti dagli Stati Uniti".

(27/02/2015)

LEGGI ANCHE  La Valle d'Aosta si mette in vetrina
Condividi sui social: