Giovedì 18 Aprile 2024 - Anno XXII

Club Taurino Milano: la Spagna che vive in Lombardia

Viaggio tra presente e passato laddove si racconta di (ormai trentennali) strani “mostri” viventi col corpo in Italia e la testa in Spagna

Toro e torero
Toro e torero

Sapessi com’è strano esser ‘aficionado a Los Toros’ a Milano. Eh sì, mi riferisco a un bislacco club di bipedi (al quale m’è toccata la suerte nonché il piacere di appartenere) che a prima vista, se li vedi per strada, al bar, ti sembrano gente normale. E invece no. Quelli, il corpo ce l’hanno in Italia, e anche un po’ di  cervello (ma solo quella parte che insegna a sopravvivere e a trovare da campare) mentre la testa, nel senso di mente e quella parte cerebrale che si chiama sentimenti, entusiasmo, la pasiòn, l’hanno stabilmente (e assai felicemente) domiciliata in Spagna. Sto parlando di nostrani aficiònados taurinos, appassionati di corride, che amano la tauromachia a tal punto da aver creato addirittura un organismo che di nome fa Club Taurino Milano.

Trent’anni di lunga e intensa vita

Rivista Club Taurino Milano
Rivista Club Taurino Milano

Dopodichè l’accorto lettore non si stupirà se (dopo tanti decenni di mie gite a sud dei Pirenei e più di 200 articoli scritti raccontando la Spagna) pure io faccio parte di questa balda congrega, mentre una certa sorpresa potrebbe coglierlo alla notizia che il CTM ha recentemente compiuto 30 anni. Da cui feste a non finire, culminate in un, ricchissimo, numero speciale della rivista (!) El Coso (la plaza de toros) e particolari entusiasmi nel ritrovarsi, pappare e bere e quindi procedere alla consegna del Premio a la Emociòn. Trattasi di un ormai tradizionale riconoscimento quest’anno conferito non al solito torero andaluso – è infatti noto che tra i bravi espadas prevalgono i terùn – bensì a un riojano (terra di vini) Diego Urdiales. Che oltre ad essere stato assai valiente (così, almeno, ha deciso il presidente del Club, il francese Jean Louis Personne, in una corrida dell’estate scorsa (non ricordo più dove) possiede pure la chance di assomigliare molto a Javier Zanetti ex Gran Capitàn dell’Inter (e ditemi se è poco ….).

LEGGI ANCHE  Napoli sotterranea

Il fasto della Corrida in Italia

La corsa di Pamplona
La corsa di Pamplona

Trent’anni di (beninteso ahimè solo evocati e visti in video)Toros a Milano, fermo restando che la Corrida in Italia può vantare una sua brava storia, dallo scrivente già notificata mediante opportuni scritti (Quando si esclamava Olè anche in Italia). E tra tanti festejos taurinos nello Stivale ne descrissi uno svoltosi a Bergamo Alta in un giorno di febbraio verso la fine del ‘500. E ricordo pure che nei primi dell’800 si celebrò una sorta di mini, ma molto mini, Pamplona (si liberarono tori per festeggiare qualche Vip di passaggio) nella piazza del Duomo di Novara (città a me nota e che, quanto a entusiasmi, onestamente non potrei definire caliente).

Condividi sui social: