Lunedì 15 Luglio 2024 - Anno XXII

l Cluster del Cacao e del Cioccolato

Tra le novità di Expo 2015 ci sono i Cluster, padiglioni collettivi che riuniscono Paesi con tradizioni alimentari simili. Sono nove, secondo sei specifiche filiere alimentari e tre identità tematiche. Un viaggio affascinante alla scoperta del “Cibo degli Dei”

l Cluster del Cacao e del Cioccolato

Il Cluster del Cacao e del Cioccolato ospita alcuni dei maggiori produttori di cacao al mondo – Camerun, Costa D’Avorio, Cuba, Gabon, Ghana, São Tomé e Príncipe – ed Eurochocolate, Official Content Provider del Cluster: insieme propongono un viaggio unico, coinvolgente ed educativo alla scoperta dell’affascinante “Cibo degli Dei”. I laboratori, le degustazioni, gli spettacoli e la mostra fotografica che animeranno questo Cluster ne racconteranno la storia.
All’interno del Cluster, Camerun, Costa D’Avorio, Cuba, Gabon, Ghana, São Tomé e Príncipe, mostreranno la loro esperienza, condividendo con gli altri le opportunità e le soluzioni legate alle sfide della sostenibilità alimentare ed agricola del cacao e del cioccolato. L’esperienza dei visitatori sarà arricchita dalla presenza dei Distretti del Cioccolato di Torino (Piemonte), Perugia (Umbria) e Modica (Sicilia), che metteranno in mostra ad Expo le principali eccellenze dell’Italia in questo campo.

Il cacao raccontato in sei padiglioni

Expo Cluster cacao
Expo Cluster cacao

Ispirato alle piantagioni delle aree tropicali e subtropicali, luoghi in cui il cacao viene coltivato, il concept del Cluster è stato ideato dagli Architetti Fabrizio Leoni, Mauricio Cardenas, Isabella Vegni e Cesare Ventura ed ha visto il coinvolgimento attivo del Politecnico di Milano, della SUPSI – Scuola Universitaria Svizzera, dell’Instituto Tecnológico y de Estudios Superiores de Monterrey.
Sviluppato in 6 pareti di altrettanti Padiglioni dedicati ai Paesi, un coinvolgente storytelling a cura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore racconta dal punto di vista storico, scientifico, sociologico ed economico la filiera del Cacao e del Cioccolato. Responsabile Scientifico e Coordinatore della Ricerca è il prof. Pier Sandro Cocconcelli.
Il tema del Cluster sarà illustrato, dal punto di vista artistico, dalla prestigiosa Mostra del fotografo britannico Martin Parr, suggestivo percorso a immagini in 30 scatti, proposto in collaborazione con l’agenzia Magnum/Contrasto.

LEGGI ANCHE  Padiglione Slovenia: riflettori puntati sulla società Terme Catez

I Paesi produttori e i temi di Expo Milano 2015

l Cluster del Cacao e del Cioccolato

Il tema proposto dal Camerun, Paese ricco di etnie, affacciato sul Golfo di Guinea, nel suo padiglione sarà: “La coltivazione del cacao, un argomento in favore delle opportunità”. Il Paese porrà l’accento sulle possibilità che si accompagnano alla sfida di un’alimentazione sana, sicura e sufficiente per gli uomini e sostenibile per il Pianeta.
La Costa D’Avorio focalizzerà la sua attenzione sulla sostenibilità con il tema “Produrre Cacao per il Pianeta in maniera sostenibile”; illustrando, in particolare, la sua esperienza in merito all’utilizzo di innovazioni tecnologiche per il miglioramento della qualità e ai sistemi di produzione sostenibili anche per i sottoprodotti del cacao. Nel padiglione della Costa D’Avorio, che assomiglierà a un museo, il visitatore scoprirà i metodi d’utilizzo del cacao, anche in campo medico e cosmetico.
Il Padiglione cubano celebrerà la sua visione di “Cuba – Sulla strada per l’indipendenza alimentare”, con intuizioni sul cibo nelle culture e tra i gruppi etnici del mondo e la scienza per la sicurezza e la qualità alimentare. Cuba descriverà la sua Stazione di Ricerca che si dedica alla ricerca e alla produzione di ibridi resistenti alle epidemie e che dispone anche di un deposito di plasma germinale che conserva almeno dieci campioni di ciascuno dei 256 genotipi di cacao esistenti nel Paese.

Condividi sui social: