Domenica 26 Maggio 2024 - Anno XXII

Territori della Maremma e Amiata: un assaggio della Toscana

Dal 2 all’8 giugno “Maremma e Amiata: territori incontaminati per una Toscana ancora da scoprire” un percorso al Fuori Expo di Milano per scoprire le eccellenze toscane

Maremma toscana
Maremma toscana

 “Maremma e  Amiata: territori incontaminati per una Toscana ancora da scoprire” un percorso, quello attraverso la Maremma che il pubblico potrà approfondire nel dettaglio dal 2 all’8 giugno quando, la Provincia e la Camera di Commercio di Grosseto, e l’Unione dei Comuni dell’Amiata porteranno a Milano al Fuori Expo, un assaggio della sua qualità di vita, dei suoi spazi, della sua aria montana e marina. E’ tutta l’essenza e lo spirito della Maremma e dell’Amiata rappresentata da una trasposizione evocativa e sensoriale. Il percorso dalla civiltà Etrusca, radice e patrimonio della Maremma antica, si snoderà fino all’Amiata attraverso i castelli della montagna, le vie della spiritualità, con le specificità del vulcano, con le sue acque. Durante l’esposizione a Milano, peraltro arriverà, direttamente dalla necropoli di Vetulonia, una preziosa tomba etrusca.

Un percorso naturalistico e non solo, il programma dell’esposizione si alternerà tra laboratori, spettacoli e presentazioni delle eccellenze gastronomiche e tradizionali dei territori della provincia di Grosseto, seguite dalle degustazioni giornaliere dalle ore 18:00 a cura delle Strade del Vino e dei Sapori ed il Wine Bar dei grandi vini di Maremma. Un equilibrio che oggi garantisce a questa terra, come a tutta la Toscana, una biodiversità unica che racchiude una storia antica. Elemento iconografico del territorio è la sabbia maremmana, vera polvere “magica” degli splendidi paesaggi marittimi che contribuisce in modo decisivo all’esclusività del panorama, segnandolo di una luce intensa e dorata. Il profumo delle pinete, della macchia e del mare, i sapori dell’accoglienza dei prodotti enogastronomici delle tante civiltà (pane, vino, olio, transumanza), rappresentano l’odore ed il gusto evocativo della zona, oltre alle eccellenze enogastronomiche.

LEGGI ANCHE  Toscana amica dei turisti gay
Condividi sui social: