Giovedì 18 Agosto 2022 - Anno XX
Accordo tra FS e Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù

Accordo tra FS e Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù

Pacchetti turistici Trenitalia-AIG, “treno più ostello”, dedicati a scuole e famiglie, con un’attenzione particolare al mondo della disabilità

Treni FS prima modalità di trasporto dei soci AIG, pacchetti turistici “treno più ostello” per scuole, nuclei familiari e disabili; immobili FS dismessi da riusare per fini turistici con attenzione particolare ai giovani e alle famiglie. Sono questi i punti salienti dell’accordo siglato ieri a Roma, nella sede FS di Piazza della Croce Rossa, dall’Amministratore Delegato del Gruppo FS Italiane, Michele Mario Elia e il Presidente nazionale dell’Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù, Anita Baldi.

L’AIG s’impegna a proporre il servizio ferroviario offerto da Trenitalia come prima scelta per la mobilità dei propri soci. La società di trasporto del Gruppo FS studierà con AIG sinergie commerciali basate su speciali pacchetti turistici, “treno più ostello”, dedicati a scuole, famiglie e gruppi con un’attenzione particolare al mondo della disabilità.

Tra gli obiettivi dell’intesa, la riqualificazione di spazi FS inutilizzati, in modo da incrementare nelle città l’offerta di ricettività low cost contribuendo ad arginare, al tempo stesso, fenomeni di degrado urbano.

Le società del Gruppo FS Italiane responsabili del patrimonio immobiliare (Rete Ferroviaria Italiana, FS Sistemi Urbani, Grandi Stazioni e Centostazioni) valuteranno insieme all’Associazione Italiana Alberghi della Gioventù le varie possibilità di riuso di fabbricati inutilizzati e aree dismesse da destinare a scopi turistici, in particolare per i giovani. Saranno anche studiate nuove forme di gestione dei Ferrotel a basso load factor, destinando all’AIG, per finalità turistiche, la disponibilità residua.

Gli immobili disponibili potranno essere ceduti in cambio di un corrispettivo (in via prioritaria tramite compravendita oppure in locazione) o, in casi particolari, concessi in comodato d’uso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA