Lunedì 26 Ottobre 2020 - Anno XVIII
Storie di ritratti di Giacomo Ceruti in mostra a Brescia

Storie di ritratti di Giacomo Ceruti in mostra a Brescia

Fino al 20 settembre 2015 si possono visitare a Brescia, Montichiari, Lonato del Garda, Carzago di Calvagese della Riviera le opere di Ceruti Giacomo Antonio detto il Pitocchetto. Il soggetto principale dei ritratti che arricchivano le case dei notabili dell’epoca erano i poveri, i reietti, i vagabondi

Due Pitocchi Giacomo Ceruti

“Due Pitocchi”, Giacomo Ceruti, Museo Santa Giulia

 “Storie di ritratti” è il titolo tematico con il quale sono esposte al pubblico diverse opere di Giacomo Ceruti, artista lombardo della prima metà del 1700, in quattro differenti sedi espositive. Giacomo Ceruti detto il Pitocchetto è annoverato tra i più importanti esponenti del tardo barocco italiano. Nei primi anni venti del 1700 fu molto attivo a Brescia dove si guadagnò il soprannome di “Pitocchetto” per il genere pittorico che aveva come soggetti principali i poveri, i reietti, i vagabondi, i contadini. Si possono ammirare ritratti di notabili dell’epoca, suoi committenti, oppure soggetti tratti dalla vita quotidiana, i pitocchi che  il Ceruti interpreta con maestria realistica e commovente sensibilità.
I ritratti, le scene dentro le quali si è coinvolti in una narrazione personale, sono temi cari a Giacomo Ceruti il quale ha saputo convogliare sulle tele colore, giochi di luce e ombra, staticità ma anche dinamismo, il tutto intriso da una vena poetica insita nell’animo dell’artista.

Per poter avere una visione completa delle opere di questo artista lombardo, si consiglia un percorso che dalla sede principale di Montichiari, permetterà di raggiungere la seconda tappa della sede espositiva, Lonato del Garda, Carzago di Calvagese della Riviera, e infine Brescia.

Montichiari: Museo Lechi

La Lavandaia Giacomo Ceruti

La Lavandaia, Giacomo Ceruti, Museo Santa Giulia

Molte delle tele qui esposte sono frutto delle donazioni dei conti Luigi e Piero Lechi al Comune di Montichiari che ha aperto il Museo  nel settembre 2012, in memoria di questi collezionisti illuminati che hanno saputo conservare con cura e passione opere prestigiose. Qui si trovano esposti anche due dipinti: il Bravo e la Vecchia, provenienti dalla Fondazione Luciano Sorlini che vanta una delle raccolte private  più importanti databili dal 1400 al 1700.

Il Museo si trova in Via Martiri della Libertà 33.
Aperto da mercoledì a sabato ore 10-13; 14:30-18; domenica ore 15-19.
Ingresso speciale € 5.00

www.montichiarimusei.it

Lonato del Garda: Casa Museo di Ugo Da Como

A Lonato del Garda sarà possibile ammirare il “Ritratto del Marchese Carlo Cosimo Medici di Marignano in abiti da cacciaprestato per l’occasione da una collezione privata lombarda. Interessante si rivelerà anche la visita all’interno della  quattrocentesca casa-dimora di  Ugo Da Como, senatore bresciano in via Rocca 2.
Aperto da lunedì a domenica ore 10-12; 14:30-18.
Ingresso speciale € 6.00

www.fondazioneugodacomo.it

Carzago di Calvafese della Riviera: Fondazione Luciano Sorlini

La Vecchia Contadina, Giacomo Ceruti

La Vecchia Contadina, Giacomo Ceruti, Famiglia Sorlini (opera solitamente esposta presso la Fondazione Luciano Sorlini)

Nel Salone del seicentesco Palazzo è esposta una delle opere più imponenti dipinte dal Ceruti: Diana e le ninfe sorprese da Atteone”, un olio su tela di cm. 203×620, magnifico nella scena di caccia con le figure ignude della dea e delle ninfe al bagno sorprese dalla figura di Atteone, unico uomo presente nella narrazione mitologica interpretata dal pittore che ha cercato di trasmettere all’osservatore lo stesso stupore provato dalle donne.

La Fondazione Sorlini si trova in Piazza Roma, 1 a Calvagese della Riviera in provincia di Brescia.

Da maggio a settembre, in occasione della Mostra di Ceruti, Storie di Ritratti ORARI APERTURA FONDAZIONE LUCIANO SORLINI “Primo e terzo sabato e domenica del mese dalle 16.30 alle 19.30”
Orario inizio visite guidate: ore 16.30 e ore 18.00
Informazioni e prenotazioni: Tel. 030 601031 (dal lunedì al venerdì)
info@fondazionesorlini.com
www.fondazionesorlini.com

L’ingresso è gratuito e la visita è esclusivamente guidata al costo di 5 euro a persona

 

Brescia: Museo di Santa Giulia

Il Museo di Santa Giulia ospita circa undici dipinti appartenenti alla collezione della Pinacoteca Tosio Martinengo collocati in un apposita sezione seguendo un percorso che riguarda il periodo bresciano dell’artista, quello dedicato al ritratto e alla scena di genere di soggetto pauperista.

La mostra sarà visitabile dal 16 giugno al 30 settembre, da martedì a domenica: ore 10:30-19.

Ingresso € 10,00 intero con possibilità di riduzione speciale a € 7,50 per chi esibisce il biglietto di una delle altre sedi.

www.bresciamusei.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA