Sabato 18 Maggio 2024 - Anno XXII

I pasti fuori casa? Un trend in crescita

Consumare pasti fuori casa

Una ricerca TradeLab rivela che, nonostante la crisi, gli italiani non hanno smesso di frequentare ristoranti, bar e locali pubblici. Sono diventati, però, più esigenti nella scelta del luogo e del menu

pasti-fuori-casa
Gli Italiani non hanno smesso di consumare pasti fuori casa. Host, immagini di repertorio

Gli italiani non hanno smesso di consumare pasti fuori casa, pur con le difficoltà economiche degli ultimi anni. E’ questo il dato saliente della ricerca, a cura di TradeLab, presentata pochi giorni fa a Milano, nei padiglioni di Expo 2015. La frequentazione di trattorie, pizzerie e qualsivoglia locale per bere e consumare pasti avrebbe dato segni di “tenuta” durante la crisi e, se osservata nel lungo periodo, ha rispettato una tendenza che la vede in crescita. Il “mercato” dei pasti fuori casa vale circa 72 miliardi, cioè il 32 per cento sul totale dei consumi alimentari. Nel 1970, l’incidenza dei consumi fuori casa era al 12 per cento. La ricerca, dalla premessa rassicurante, è stata annunciata agli operatori, presenti alla conferenza stampa che dava i dettagli di Host, la fiera business per la ristorazione, i bar e il settore alberghiero. Host si terrà negli spazi di Rho fiera Milano dal 23 al 27 ottobre, in concomitanza con l’ultimo periodo di apertura di Expo.

Che cosa chiedono i consumatori

pasti-fuori-casa
Consumare past fuori casa. Host, immagini di repertorio

Gli scettici osservano che è facile intravedere curve di crescita positive sul lungo periodo; la ricerca, però, sottolinea anche altri elementi. Il consumatore di oggi è più esigente, chiede un giusto rapporto qualità prezzo e sempre più spesso manifesta bisogni nuovi. TradeLab lancia la sfida agli operatori italiani su due ambiti: la tipologia del locale, che ha un’infinità di varianti, dal Take away al ristorante etnico, e la caratterizzazione dell’offerta. Sempre più italiani sono attenti al mangiare sano, a prodotti che rispettano criteri stringenti, dal biologico al vegetariano. E’ aumentata la sensibilità per la sicurezza alimentare e per i temi della sostenibilità ambientale. Se e quando spendono fuori casa, gli italiani sono selettivi: amano fare un’esperienza davvero diversa, sui sapori, ma anche per l’aspetto del locale, per l’ospitalità e la qualità del servizio.

LEGGI ANCHE  Può riprendere il turismo a Phuket
Condividi sui social:

Lascia un commento