Mercoledì 20 Novembre 2019 - Anno XVII
Itinerari religiosi per scoprire la Valtellina

Itinerari religiosi per scoprire la Valtellina

Alla scoperta della Valtellina grazie ad oltre 500 luoghi di devozione nella provincia di Sondrio e tanti tesori d’arte sacra, unita a tradizioni secolari, da cui nascono spunti per escursioni autunnali

Valtellina, Chiesa di San Giuseppe, Grosio

Valtellina, Chiesa di San Giuseppe, Grosio

Fra le tante attrattive paesaggistiche che caratterizzano il territorio della Valtellina spiccano oltre 500 fra chiese, basiliche, santuari, cappelle, pievi che rappresentano un patrimonio artistico e culturale di alto valore per tutta la regione. Alcune di queste, le più importanti, sono veri gioielli d’arte sacra e custodiscono testimonianze antiche e preziose.
Valtellina Turismo, l’organizzazione dell’Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della provincia di Sondrio, che si occupa della promozione del territorio, suggerisce vari itinerari, per scoprire questi tesori e per vivere momenti di profonda devozione: www.valtellina.it/cultura

Valtellina, Basilica della Madonna di Tirano

Valtellina, Basilica della Madonna di Tirano

Il 29 settembre, ad esempio, a Tirano sono in programma i festeggiamenti per l’anniversario dell’apparizione della Modonna nel 1504, evento che sta all’origine della costruzione della Basilica di Tirano, alle porte della città.
Poco distante da Tirano, a Grosotto, merita una visita anche il Santuario della Beata Vergine delle Grazie ove spiccano uno splendido organo settecentesco e una pala d’altare lignea alta ben 15 metri.

Valtellina, Collegiata di San Lorenzo

Valtellina, Collegiata di San Lorenzo

La Valchiavenna, poi, già ricca di notevoli palazzi storici e di preziosi reperti antichi, racchiude anche le più vecchie chiese della Valtellina come, a Chiavenna, la Collegiata di San Lorenzo o il Tempietto di San Fedelino del X secolo.  Davvero suggestivo è il Santuario di Nostra Signora della Misericordia, che si raggiunge da Chiavenna poco prima di Campodolcino: eretto in un castagneto a seguito dell’apparizione della Madonna a due ragazze nel lontano 1492, è circondato da ciclopici massi ed è incorniciato da un  panorama alpino di grande fascino.

I dettagli e le particolarità si possono trovare sul sito www.valtellina.it  dove è anche possibile costruire un itinerario personalizzato fra i luoghi di preghiera della Valtellina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA