Domenica 20 Ottobre 2019 - Anno XVII
Benessere e cultura nelle Terre di Piero della Francesca

Benessere e cultura nelle Terre di Piero della Francesca

Un percorso attorno alla poliedrica figura dell’artista toscano. Nelle terre di Piero, dal Roseo Hotel Euroterme di Bagno di Romagna partenza per l’Appennnino tosco-romagnolo, verso tesori di arte, benessere, gastronomia

Terre di Piero foreste Casentinesi

Parco nazionale foreste Casentinesi

Viaggio nelle Terre di Piero della Francesaca. Colline dolci, pendii degradanti, borghi raccolti e città d’arte. È il paesaggio dell’Appennino centrale, così suggestivo e ancora intatto. Tanto che si possono riconoscere in questo paesaggio gli sfondi suggestivi di molte opere di Piero della Francesca. Proprio nel suo nome nasce il progetto Le Terre di Piero che per la prima volta in Italia unisce quattro regioni: Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Marche, per far conoscere al visitatore appassionato d’arte e natura il cuore dell’Italia, un entroterra spesso poco esplorato. Uno spunto attualissimo viene offerto dalla originale mostra appena inaugurata a Forlì, ai Musei San Domenico, “Piero della Francesca. Indagine su un mito”, che vuole proporre un confronto tra l’artista toscano, i più grandi maestri del Rinascimento, le generazioni di artisti successiva e quelli moderni, che lo riscoprirono dopo secoli di oblio: gli inglesi dell’800 e gli italiani del ‘900. A rinforzare l’immagine di modello, non dimentichiamo che Luca Pacioli lo aveva definito “il monarca della pittura”.

Le Terre di Piero. Sulle tracce del maestro itinerante

Terre di Piero Opera Monterchi

La Madonna del Prato, Monterchi. Affresco staccato 260×203 cm. Celebrazione della vita.

Si può partire dunque da questa mostra, che illustra sapientemente la grandezza e il ruolo fondamentale di Piero della Francesca nella storia dell’arte europea, per iniziare il nostro percorso ne “Le terre di Piero. Sulle tracce del maestro itinerante”. Seguendo i suoi percorsi di vita e la realizzazione delle sue opere, si toccheranno sei città con i loro dintorni: Rimini, San Sepolcro, Urbino, Monterchi, Arezzo, Perugia. Tutte possiedono capolavori del maestro che fu ricercato da committenti importanti come i signori Malatesta di Rimini e Montefeltro di Urbino, per i quali compose famosi ritratti.
In Toscana i suoi capolavori assoluti. Primo fra tutti il ciclo di affreschi dedicati al “Ciclo della Vera Croce” nella basilica medievale di San Francesco di Arezzo. San Sepolcro, città natale di Piero, ospita nel Museo Civico a lui intitolato, la celebre Resurrezione, che simbolicamente rappresenta il nome stesso della città, con un Cristo possente che si innalza dal sepolcro sopra i soldati abbandonati al sonno.

Terre di Piero Polittico-Madonna-della-Misericordia

Polittico della Madonna della Misericordia

A questo museo appartiene anche la famosa Madonna della Misericordia attualmente in mostra a Forlì, tanto intensa nella sua struttura compositiva, da diventare modello per artisti ben più recenti come Felice Casorati. Monterchi, infine, sempre in terra toscana possiede nella chiesa del cimitero il gioiello della “Madonna del parto”, capolavoro infinitamente studiato e ancora aperto a interpretazioni e dotti riferimenti filosofici. Gli sfondi di molti capolavori di Piero della Francesca, che accolgono in primo piano figure statuarie, in atteggiamento riflessivo ed enigmatico, sono tutti da studiare con attenzione: colline coperte di alberi, alberi spesso rappresentati sterili o ricchi di foglie secondo le stagioni e secondo i significati, torri e campanili, architetture geometriche, prospettive audaci. Si riconoscono qui, oltre alle profonde conoscenze matematiche, geometriche e filosofiche di Piero, anche tutte le bellezze naturali di questi paesaggi del centro Italia.

Il genio di Piero della Francesca tra arte, gusto, benessere

Terre di Piero Fra genio e benesserePer scoprirle nella loro attualità e riconoscervi lo sguardo dell’artista, è perfetta la proposta del Roseo Hotel Euroterme di Bagno di Romagna. Dal 23 febbraio il pacchetto “Il genio di Piero della Francesca tra arteArte, Gusto, gusto e benessere” invita a vivere un weekend lungo all’insegna di cultura, benessere e gastronomia. Punto di partenza ideale, per la sua collocazione in Romagna, ai bordi del Parco delle foreste casentinesi, a pochi chilometri dalla provincia di Arezzo in terra toscana, Ròseo Euroterme Wellness Resort è un hotel a quattro stelle dall’architettura moderna, che si integra perfettamente con la meravigliosa natura in cui è immerso, preservando in particolare le millenarie sorgenti termali. Le piscine interne ed esterne accolgono l’acqua termale che sgorga direttamente dall’antica sorgente sotterranea, già conosciuta oltre duemila anni fa, ai tempi dei Romani. Un’acqua preziosa, ricca di tutte le pregiate e benefiche sostanze naturali ricevute nel passaggio sotterraneo all’interno del Monte Comero. Classificate come acque bicarbonato alcalino sulfuree, sono indicate nel trattamento dermatologico, degli apparati locomotorio, bronco-polmonare, otorino-laringoiatrico, vascolare-periferico e gastro-enterico.
Le terme di Ròseo Euroterme Wellness Resort, convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale, e classificate dall’Assessorato Regionale della Sanità come “Livello Super”, offrono varie cure sotto la supervisione di medici e specialisti.

Trattamenti viso corpo

Terre di Piero Roseo Euroterme piscine

Le piscine del Roseo Euroterme di Bagno di Romagna

Nel reparto wellness, inoltre, si possono provare i più raffinati trattamenti viso e corpo, che utilizzano proprio le balsamiche sostanze termali. Splendido relax, dunque, dopo le visite sul territorio dedicate alla scoperta dei capolavori di Piero della Francesca.
Senza dimenticare l’eccellente proposta gastronomica dell’Hotel, che offre i piatti della migliore tradizione tosco-romagnola rivisitata dai suoi chef, con particolare attenzione alla selezione di piatti light e menu tailor-made per chi segue la filosofia alimentare vegetariana e vegana. Ogni sera, infine, nella piccola Enoteca, si può godere una degustazione di vini di eccellenze locali.
Il Roseo Hotel Euroterme di Bagno fa parte del Coter, Consorzio del Circuito Termale dell’Emilia Romagna, che ha recentemente lanciato il Club Italy Spa Wellness, una proposta termale espressamente rivolta al mercato estero, con un’attenzione particolare a Germania, Austria e Svizzera. Sono formule week end e long weekend che coniugano i migliori trattamenti benessere e salute con itinerari alla scoperta delle ricchezze eno-gastronomiche e culturali della regione.
Per allargare il campo e la possibilità di visite nel territorio, ricordiamo anche la Romagna Visit Card, la card turistica che integra l’offerta di tre province, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini: 48 siti ad ingresso gratuito e 60 proposte di sconto al costo di 14 euro.

www.terredipiero.it www.euroterme.com www.termemiliaromagna.it

www.italyspawellness.com   www.romagnavisitcard.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA