Venerdì 7 Ottobre 2022 - Anno XX
Premio Cinque stelle al giornalismo a Milano Marittima

Premio Cinque stelle al giornalismo a Milano Marittima

Il Premio internazionale “Cinque stelle al Giornalismo”, costruito sul mare della riviera romagnola, ha superato la boa dei dieci anni. Il 25 aprile al Palace Hotel di Milano Marittima XI edizione, premiati giornalisti italiani e stranieri. Conduce la serata Massimo Giletti.

premio Massimo Giletti-Enrico Mentana

Massimo Giletti ed Enrico Mentana nella scorsa edizione

L’edizione 2016 del Premio Internazionale “Cinque stelle al Giornalismo”, come ogni anno si tiene il 25 aprile nella cornice del Palace Hotel di Milano Marittima. Anche quest’anno la conduzione è affidata a Massimo Giletti coadiuvato dalla collega Vira Carbone. L’XI edizione dovrà fare a meno del personaggio chiave, ideatore e fondatore del Premio, Tonino Batani, venuto a mancare nel dicembre scorso. Era il 2005 quando l’imprenditore Tonino Batani, fondatore del Gruppo Batani Select Hotels, avendo appena inaugurato il Palace Hotel di Milano Marittima, primo cinque stelle costruito sul mare della riviera romagnola negli ultimi cinquant’anni ebbe l’intuizione di organizzare un premio per invitare le più prestigiose “penne” nazionali ed estere a conoscere la realtà turistica della località romagnola che stava cambiando.

Premio 5 stelle Sfilata dei-gioielliLa famiglia, per ricordare il grande imprenditore romagnolo, ha voluto istituire una nuova sezione: il “Premio Tonino Batani”, che quest’anno sarà conferito a Giorgio Squinzi presidente uscente di Confindustria Nazionale. Come per ogni edizione i nomi dei premiati sono stati selezionati tra i migliori professionisti della comunicazione e sono oltre cinquanta i giornalisti che, nelle prime dieci edizioni edizioni, hanno ricevuto la spilla in oro bianco con incastonati cinque diamanti, creazione esclusiva della Maison Bartorelli.
Il Premio Internazionale “Cinque Stelle al Giornalismo” ha conquistato un crescente consenso nel panorama delle iniziative culturali internazionali.  La data del 25 aprile per la consegna dei riconoscimenti non è casuale. Aver scelto il giorno in cui si celebra la festa della Liberazione (fine della guerra e della dittatura) esalta la libertà di espressione come cardine essenziale di ogni democrazia.

Il Premio è patrocinato dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti e, da molti anni è sostenuto dall’Associazione Italotedesca dei Giornalisti. A presiedere la giuria il prof. Ruben Razzante, docente di Diritto dell’Informazione all’Università Cattolica di Milano. Partner della manifestazione sono: Azienda Promozione Turistica Emilia Romagna, Banca Popolare Emilia Romagna, Bartorelli Gioiellerie, Federeventi, Dolp’s Studio. La serata sarà allietata dalla sfilata delle modelle con le creazioni della Maison Bertarelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA