Venerdì 2 Dicembre 2022 - Anno XX
Firenze e Ischia vincono i Travel + Leisure Awards

Firenze e Ischia vincono i Travel + Leisure Awards

Firenze ed Ischia vincono il “Best Cities Europe” e il “Best Island Europe” nel Travel + Leisure “2016 World’s Best Awards” confermando la posizione di privilegio dell’Italia in fatto di mete turistiche

IschiaL’Italia è ai primi posti per quanto riguarda il turismo americano. A confermare questa affermazione i successi di Firenze ed Ischia che si aggiudicano due importanti Travel + Leisure Awards della rivista mensile del gruppo American Express Publishing. Con Firenze in prima posizione tra le 15 “Best Cities Europe” e in quarta posizione nella classifica delle 15 “World Best Cities”, con Ischia in prima posizione tra le 10 “Best Island Europe” l’Italia mantiene la sua posizione di privilegio tra le destinazioni turistiche internazionali maggiormente desiderate dai viaggiatori americani.

Arte a Firenze, paesaggi da cartolina ad Ischia

Firenze

Firenze

“Firenze possiede tutto cio’ che il turista si aspetta da una destinazione”, concordano i lettori di Travel + Leisure, “Storia, arte e cultura non hanno confronti e poi c’è lo shopping, che è a dir poco travolgente tra mercatini, negozi di grandi firme e piccoli artigiani, per non parlare del cibo e dei vini idilliaci”.
Ischia invece, si presenta agli occhi del visitatore americano in tutta la sua bellezza naturale, meno affollata della vicina Capri, con un sistema di accoglienza moderno basato sul benessere di corpo e mente.

Turisti in crescita nelle citta d’arte italiane

TravelI risultati del sondaggio di Travel + Leisure, danno voce ai numeri che disegnano i grafici di tendenza dell’ultimo periodo, con particolare riferimento al turismo culturale che negli ultimi 20 anni ha registrato una crescita media annua del 3,5%.
Nelle città d’arte italiane gli arrivi sono cresciuti del 114% e le presenze del 100%. I turisti stranieri nelle città d’arte sono cresciuti del +124% e quelli italiani del 71%, con una quota di mercato della domanda straniera passata dal 55,8% del 1995 al 62,3% del totale 2015.

© RIPRODUZIONE RISERVATA