Lunedì 24 Febbraio 2020 - Anno XVIII
Boom di visitatori nei musei italiani

Boom di visitatori nei musei italiani

Secondo un’indagine svolta dal Codacons, nei primi quattro mesi del 2016, crescono ancora i visitatori dei musei statali. Gli orari flessibili e le visite gratuite hanno contribuito a far aumentare la domanda culturale

VisitatoriCrescono ancora i visitatori e gli introiti dei musei statali, facendo parlare di “boom” dell’offerta culturale. Nel primo quadrimestre 2016 i visitatori sono aumentati del +9,3% rispetto allo stesso periodo 2015, attestandosi a oltre 13 milioni. Questo significa che oltre un milione di persone in più hanno visitato i musei statali nei primi quattro mesi di quest’anno.
“Si tratta di un grande risultato – ha commentato il Presidente del Codacons Marco Maria Donzelli – segno di una comunità che si stacca sempre più dalla dipendenza creata dalla TV per tornare a riscoprire la bellezza e le ricchezze culturali del nostro Paese. L’Italia è un Paese ricco di cultura e va valorizzato e riscoperto grazie soprattutto a incentivi di tal tenore”

Accesso gratuito e orari flessibili per attirare i visitatori

Palazzo Reale, Milano

Palazzo Reale, Milano

Il Codacons chiede a tutti i musei nazionali di designare un giorno al mese dove consentire l’accesso gratuito alle visite, per incentivare i turisti, ma soprattutto i nostri concittadini a godere delle bellezze della nostra cultura.
“Gli orari attuali sono del tutto inadatti a questo scopo, per esempio la Mostra di Escher a Palazzo Reale farà questi orari: Lunedì: 14.30–19.30; Martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9.30-19.30; Giovedì e sabato: 9.30-22.30. Perché non è possibile tenere aperto Palazzo Reale ad orario continuato? Così dovrebbero essere i musei in tutta Milano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA