Martedì 17 Settembre 2019 - Anno XVII
Ro ferrarese

Ro ferrarese

Cronache estive (2) dalla amena Ro. Lo Sapevate che …

A Tresigallo si è conclusa la Sagra del Somarino. L’affare profughi frutta, a portarli in Italia, 400 milioni. Giovedì 20 luglio, il Belpaese ha (finalmente) trascorso una giornata tranquilla… Sapevate che Ferrara fa rima con Sahara?

Lo Sapevate che Tresigallo-Sagra-del-somarino-carne-asino-e-polenta

Carne di asino e polenta

Proseguono le mie (meditate) Ferie Bucoliche a Ro, senza l’H in mezzo, laddove pertanto mi riferisco a una località del Ferrarese tanto amena quanto nota imperocché sede del Genius Loci Sgarbiano, con il quale, io, però, non c’entro un bel niente: insomma, un bel casino. Come già annunciato nella prima puntata, nel “diariodiRò “narrerò Sagre variè (in prevalenza gran magnate + qualche lìssio, Romagna, poco lontana, docet) ma terrò pure d’occhio errori e/o accadenti nel mondo, cuccati grazie a ‘sto web che non ci molla proprio mai…

Lo Sapevate che … A Tresigallo (località del Ferrarese intrigante lo scrivente in quanto luogo natale di Edmondo Rossoni sulla cui vicenda umana provvederà a informare) Sagra del Somarino
Garantita la presenza di chi scrive, in quanto intrigato da più che possibili confronti con il Tapulòn (sempre di carne di asino si parla) di Borgomanero (NO) nonché dalle previsioni di un suo amico, esperto di alimentazione, informante che la futura alimentazione umana sarà garantita dalla carne dell’asino (se ho ben capito, perché si riproduce più facilmente e più in fretta di bovini & C.).

Lo Sapevate che … “L’affare profughi … Portarli in Italia  frutta 400 milioni…”.
C’era da aspettarselo che, in questa vicenda  –come dicunt a Genova- qualcuno ci ha la sua convenienza…

Lo Sapevate che … Giovedì 20 luglio, il Belpaese ha (finalmente) trascorso una giornata tranquilla…
Donnarumma è lì tranquillo che sta contando i danèe scucitigli dal Milan (ne avrà per qualche mese) mentre sembra (e si spera) che Cassano sia stato tentato di spiegare che non si devono rompere (troppo) i maroni a un Paese in cui molti, già, non trovano lavoro e altri, invece, lavorano ma ipopagati (in un anno quel che lui guadagna facendo un tunnel).

Lo Sapevate che Ferrara-siccità-ponte-di-barche-sul-Po

Il ponte di barche sul Po

Lo Sapevate che … Ferrara fa rima con Sahara.
E chi scrive, oltre ad avere visto la campagna circostante più secca del citato deserto, ha pure notato in città una nutrita presenza di quelli che una volta, a Milano, erano chiamati (e sia chiaro, estremamente bonariamente) nègher (ma adesso non si dice più, ancorché cambino le parole ma il significato mica può cambiare…. è solo questione di politically correct, baby…). Ma quanti ce n’erano in giro (e, per inciso, ‘di bella presenza’: da questa parti, in campagna, hanno paura di gente proveniente da ben altri posti… e ci siamo capiti). Roba che giri per Ferrara (in zona stazione, poi) e ti sembra di essere ad Harlem. E stasera, invece del Lìssio, vai col Blues …

Lo Sapevate che …Magnèr/Mangiare/Comer/Manger/Essen a Ro (e anche bere… almeno qualche Spritz…).

Lo Sapevate che Cappellacci-di-zucca-ferraresi

Cappellacci di zucca ferraresi

Da bravo Scout (e mi rifer isco a quelli del generale Custer che cercavano i Sioux, mica i Boy e i Lupetti tipo quelli dell’ex Premier nostrano …) parto alla ricerca dei Cappellacci. Ma posso fin d’ora segnalare che a Ro (quello senza la H quindi Ferrarese, già detto) nella semplice ma genuina (fa pure i Cappellacci di Zucca!) “Pizzeria Cristian” si mangia (direbbero gli spagnoli) “de puta madre” (o, se si preferisce, “como un cura”/prete).
P.S. E per i gourmets carnivori quindi (l’Homus è pur sempre un animale) quasi antropofagi (tipo il Nicola, Dominus della magione ospitantemi) c’è pure (ma molto più sciccoso ancorché da ‘ste parti – gente dei campi, che pertanto piacemi – son mica come a Milano quindi non se la tirano…) “Da Leonardo”, specialità carne selvaggiona tipo la Angus (o quel che l’è, ci  siamo capiti, roba fina) più camere più piscina (e anche qui ci siamo capiti) … solo che, purtroppo, come cantava la Cinquetti … “Non ho (più) l’età…” (ma questa, avrebbe detto Kipling, “E’ un’altra storia”). Quanto, invece, a ciò che nell’Italia saudita chiamano Lu Bere, sempre a Ro “ma”  sulla Ferrara/Rovigo (traffico, gran viavai, sempre d’essere sulle strade Usa narrate da Steinbeck) Spritz al “Bacaro” (da bravi milanès, me racumandi, “col Campari” nel senso di Bitter, mica quell’Aperol padovano roba da mone non machos…).

Leggi anche:

Cronache estive dalla amena Ro

Povero Turismo italico. Un bel caos per l’estate vacanziera

Spigolando tra le news del Belpaese nell’ex Ducato Milanese

© RIPRODUZIONE RISERVATA