Giovedì 20 Giugno 2024 - Anno XXII

“Festa dei Vignaioli” a Predappio Alta

Festa dei Vignaioli Predappio-Alta

Domenica 19 novembre a Predappio Alta si svolgerà la 51° edizione della “Festa dei Vignaioli”. Una occasione per visitare l’antico borgo medievale e a degustare le specialità gastronomiche romagnole preparate “a mano” dalle “azdore d’la Prè”.

Festa dei Vignaioli di Predappio-Alta-2016
Festa dei Vignaioli di Predappio Alta 2016

Ritorna da oltre mezzo secolo a Predappio Alta la Festa dei Vignaioli, il primo evento nel panorama nazionale delle sagre dedicato ai “Maestri di Vigna”. Saranno loro, domenica 19 novembre, i veri protagonisti della kermesse e il loro vino Sangiovese che sarà offerto gratuitamente a tutti nella piazzetta del borgo medievale.  Se è vero, come scrisse il regista e scrittore Mario Soldati, che “il vino è la poesia della terra”, i vignaioli sono sicuramente i poeti che ne scrivono le rime. E’ solo con l’amore per la terra e la stessa passione per i vigneti ereditati dai padri che i vignaioli di nuova generazione producono oggi un Sangiovese di qualità che fa onore al territorio predappiese, in Italia e nel mondo. La giornata di festa organizzata dalla Pro Loco di Predappio Alta con il Patrocinio del Comune di Predappio (tra degustazioni di cappelletti al ragù,  piadina e crescioni, “Formaggio di Grotta 2017” e tanto buon Sangiovese offerto gratuitamente a tutti dai vignaioli della zona) è un invito a passeggiate alla scoperta dei tesori architettonici e paesaggistici del luogo immerso nei fulgidi colori dell’autunno in collina.

Predappio Alta, visitare e sapori alla Festa dei Vignaioli

Festa dei Vignaioli Predappio AltaCominciamo da Piazza Cavour con la Fontana del Grappolo simbolo stesso del borgo vitivinicolo della Vallata del Rabbi e La Cà de Sanzvès, oggi Vecia Cantena d’la Prè, la più antica cantina di Romagna risalente al medioevo con annesso Museo del Vino dove si possono ammirare gli antichi arnesi della vendemmia, i tini, le botti e le foto d’epoca dei vignaioli storici del borgo. La Portaccia, così detta la porta fiorentina che dà accesso in via Garibaldi fiancheggiata da imponenti pareti di “Puddinga”, la roccia base su cui  poggia l’antica Rocca. L’antico Vicolo Fanfulla ancora odoroso dell’ultima vendemmia e la lunga scalinata che porta alla Rocca della Prè. Imbocchiamo il Vicolo del Teatro, scendendo si raggiunge il Torrione più basso della fortificazione e il Teatro “Diego Fabbri” dedicato al grande commediografo romagnolo. Procediamo per la via Umberto I con il suo percorso acciottolato che salendo porta alla storica e pluripremiata Cantina Nicolucci e alla Rocca.
Il giro prosegue al Castelletto merlato dei Mussolini e al Vecchio Macello; si prosegue per il Fontanone e il vecchio Lavatoio e si ritorna in Piazza Cavour dove si affacciano due chiese: la Chiesina della Maestà (1760)  e la Chiesa Parrocchiale dedicata a S. Maria Assunta (1869) patrona del borgo.

LEGGI ANCHE  Cronache agostane 5: a Predappio Alta sulle colline romagnole
Festa dei Vignaioli Predappio Alta-Cappelletti-al-ragu
Festa dei Vignaioli Cappelletti al ragu

Durante la Festa dei Vignaioli, per tutto il giorno, saranno aperte le bancarelle del Mercatino dei prodotti tipici e artigianali locali. Negli stand gastronomici della Proloco si potranno degustare le specialità romagnole preparate “a mano” dalle “Azdore dla Prè”, quali i cappelletti al ragù, i crescioni alle verdure, la piadina con salsiccia cotta alla brace e i salumi.  Si potrà anche assaggiare in anteprima il “Formaggio di Grotta” stagionato nella Zolfatara di Predappio Alta, con possibilità di acquisto e, soprattutto, lo stand del vino dove si potrà degustare gratuitamente il Sangiovese offerto dai vignaioli della zona. Il pomeriggio di festa sarà allietato dalle musiche del Gruppo  “Anima Pop”. In caso di pioggia la festa sarà rinviata alla domenica successiva 26 novembre.

Info: 349-5749560 – segreteria@predappioalta.org   – www.predappioalta.org

Leggi anche:

A San Miniato e sulle Colline Pisane fra i sapori dell’autunno

Seguir Stelle Comete e arrivare ai mercatini di Natale in Alto Adige

Milano sono io. Passengers e i mille volti della metropoli

Condividi sui social:

Lascia un commento