Domenica 19 Agosto 2018 - Anno XVI
Ritardo voli, come chiedere il rimborso del biglietto

Ritardo voli, come chiedere il rimborso del biglietto

Il ritardo prolungato dei voli è un evento piuttosto frequente. AirHelp ti guida a riconoscere i tuoi diritti e a chiedere la giusta compensazione pecuniaria alla compagnia aerea che ne è responsabile

rimborso Aeroporto-Malpensa-A380-056

Aeroporto Milano Malpensa (ph: Pietro Ricciardi ©Mondointasca.it)

Il tuo viaggio è appena iniziato, ma non tutto procede come dovrebbe. Il tuo volo è in ritardo e un’attesa anche di poche ore potrebbe rovinarti la vacanza.
Il volo in ritardo è una situazione che molti hanno vissuto e tanti vivranno anche quest’estate. Si calcola che nei primi mesi del 2018 i passeggeri coinvolti in situazioni di ritardo e cancellazione del volo siano aumentati dell’83% rispetto all’anno scorso.
Pochi, tuttavia, sanno che in molti di questi casi si ha diritto a una compensazione pecuniaria. Con questa sintetica guida sul rimborso per ritardo volo di AirHelp, sito specializzato nella difesa dei diritti dei passeggeri aerei, sarai guidato passo per passo fino ad ottenere quello che ti spetta.

Assistenza per oltre due ore di ritardo aereo

rimborsi Aeroporto-Malpensa-A380Luf-124-foto-P-Ricciardi

Tecnici al lavoro (ph: Pietro Ricciardi ©Mondointasca.it)

Italia, direzione Europa. Per le tue vacanze hai scelto quell’isoletta nel Mediterraneo che hai tanto sognato. Rientri quindi tra i viaggiatori protetti dal Regolamento Europeo CE 261, portata in Italia dall’ENAC – Ente nazionale per l’aviazione civile attraverso la Carta dei Diritti del Passeggero.
Se il ritardo del tuo volo è superiore a due ore aspettati innanzitutto che la compagnia aerea con la quale viaggi ti offra assistenza gratuita. Ciò vuol dire pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa, e la possibilità di effettuare due chiamate o di inviare due messaggi fax o di posta elettronica. Ove necessario, ti verrà offerto il pernottamento in albergo e il relativo trasferimento. Ma ricorda, il ritardo si calcola in base all’apertura dei portelloni dell’aereo e non in relazione all’atterraggio.

Fino a 600 euro di risarcimento per ritardo volo

Saper cosa fare in caso di ritardo aereo può essere molto vantaggioso. Forse non sai, infatti, che potrai ricevere un indennizzo monetario compreso tra 250 e 600 euro.
Se il ritardo dell’aereo supera le tre ore e il tuo viaggio copre una tratta aerea inferiore o pari ai 1500 chilometri, la compensazione pecuniaria è di 250 euro. Per le tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri potrai vederti riconosciuto un risarcimento di 400 euro. Per tratte aeree che superano queste distanze si po’ arrivare anche a 600 euro. Tenete presente anche che queste cifre non sono legate al prezzo di acquisto del biglietto aereo. Ma attenzione, perché se ti viene offerto un volo alternativo e rifiuti, l’importo di rimborso volo ti verrà tagliato del 50%.

Quando puoi chiedere il rimborso del biglietto?

rimborso Aeroporto-Malpensa-A380Luf-foto-Pietro-Ricciardi

Turbina A380 (ph: Pietro Ricciardi ©Mondointasca.it)

In caso di ritardo volo prolungato del tuo volo puoi chiedere anche il rimborso del biglietto aereo. Questo accade quando il ritardo del volo supera le cinque ore. In questa situazione puoi scegliere di rinunciare al volo senza pagare alcuna penale.
Potrai far valere i tuoi diritti anche nel caso in cui il tuo viaggio preveda più tappe. Se hai perso la coincidenza con il volo che ti avrebbe dovuto condurre a destinazione, oltre alla dovuta assistenza, hai diverse opzioni a disposizione. Oltre al rimborso della tratta non percorsa, puoi scegliere se proseguire con un volo alternativo o ritornare al punto di partenza. Una scelta che proprio non ti auguriamo di fare se sei in viaggio per le tante desiderate vacanze.

Impara a riconoscere le circostanze eccezionali

rimborso lightning-659914_960_720Sei lì, a pochi passi dalla meta desiderata. Ma un violento temporale costringe l’aereo a terra in attesa di poter partire. Ecco, questo è un esempio di “circostanza eccezionale” che esclude ogni responsabilità della compagnia aerea rispetto a risarcimenti e rimborsi dovuti ai clienti per ritardo aereo e cancellazione dei voli.
Altri eventi ritenuti “eccezionali” sono le emergenze mediche, che riguardano ad esempio un passeggero o un membro dell’equipaggio. Rientrano tra i motivi politici i rischi di sicurezza dovuti tra gli altri, ad allarme terroristico. E poi, i tanto temuti scioperi, come quello che ha provocato nei giorni scorsi la cancellazione di oltre 600 voli Ryanair. Ma attenzione, perché sono eccezionali solo quelle circostanze che sfuggono al controllo effettivo, e riconoscerle non è così scontato.

Che fare per ottenere un rimborso o un risarcimento

rimborsi aeroporto-Malpensa-foto-p-Ricciardi

Aeroporto Malpensa (ph: Pietro Ricciardi ©Mondointasca.it)

Se il tuo aereo subisce un ritardo di oltre tre ore, così come in casi di cancellazione del volo o di overbooking, hai due strade. Potrai inviare il reclamo direttamente alla compagnia aerea. Puoi farlo attraverso il sito o direttamente in aeroporto, presentando il documento di viaggio e una fotocopia della carta di identità o del passaporto.
Se la compagnia non risponde entro sei settimane puoi fare un reclamo all’ENAC attraverso un modulo di reclamo. Ma la compagnia non è obbligata a rispondere entro un tempo stabilito, quindi potresti essere costretto ad assumere un’azione legale o ad assumere un avvocato.
Esiste poi un modo decisamente più semplice per far valere i tuoi diritti. Con AirHelp potrai verificare istantaneamente se hai diritto a un risarcimento e la cifra che ti spetta compilando un modulo online. Il tempo medio di indennizzo si ridurrà in sei settimane. Ma, soprattutto, potrai delegare tutto e concentrarti solo sulla prossima vacanza!

Leggi anche:

Fermo apre l’ Ambasciata del Marche Style!

Villa Romana di Positano di oltre duemila anni apre al pubblico

Tour storico a Washington: otto luoghi culto da non perdere

© RIPRODUZIONE RISERVATA