Domenica 16 Giugno 2019 - Anno XVII
La piattaforma con i tavoli sospesi a 50 metri da suolo (©Dinner in the Sky.com)

La piattaforma con i tavoli sospesi a 50 metri da suolo (©Dinner in the Sky.com)

Dinner in the sky: la nuova frontiera di Bruxelles è cenare tra le stelle…

Idee senza limiti per stupire e far sognare. A Bruxelles “Dinner in the Sky” è la nuova frontiera. Il ristorante con chef stellati che ti fa salire in cielo per pranzare e cenare tra le stelle a 50 metri d’altezza.

Dinner in The Sky a Bruxelles (©Dinner in the Sky.com)

Dinner in The Sky a Bruxelles (©Dinner in the Sky.com)

Alzi la mano chi, almeno una volta nella propria vita, non ha sognato di volare. A Bruxelles succede anche questo! E, come se non bastasse, oltre a provare l’ebbrezza di essere sospesi nel vuoto, si possono assaggiare specialità gourmet, cotte a puntino da una squadra di Chef stellati di fama internazionale.
E’ la straordinaria proposta di “Dinner in the Sky” l’ultima novità lanciata da Visit Brussels – Ufficio del Turismo di Bruxelles – che permette di realizzare un’esperienza unica nel suo genere. In cosa consiste? Nel cenare su una piattaforma panoramica appesa ad un gru di 120 tonnellate, ad un’altezza di 50 metri dal suolo. L’ebrezza di  “Dinner in the Sky” sarà possibile sperimentarla solo dal 13 al 23 giugno.

Dinner in the sky ha mobilitato dodici Chef stellati

Lo Chef Giovanni Bruno (© Dinner in the Sky.com)

Lo Chef Giovanni Bruno (© Dinner in the Sky.com)

Per l’occasione, 12 Chef, accompagnati da uno staff composto da quattro persone, si alterneranno nella preparazione di 1 pranzo e 2 cene al giorno: tra i nomi coinvolti nell’iniziativa spiccano i protagonisti della scena enogastronomica locale, come Yves Mattagne, Bart De Pooter, Viki Geunes e David Martin. C’è anche un po’ di Italia, con lo Chef Giovanni Bruno, titolare del ristorante “Senzanome”, uno dei locali italiani più popolari di tutta Bruxelles.

La piattaforma-ristorante è in grado di accogliere contemporaneamente un massimo di 22 ospiti che avranno la fortuna di gustare deliziosi piatti, godendosi una vista senza pari della Capitale delle Capitali.
Ideata da David Ghysels, “Dinner in the Sky” rappresenta l’occasione ideale per trasformare qualcosa di ordinario, come un pranzo o una cena, in un momento magico e indimenticabile.

Mangiare col mondo che ti gira intorno

Dinner in the sky

Dinner in the sky

L’esperienza comincia già a terra. All’arrivo gli ospiti vengono infatti accompagnati in una zona “hospitality” per un briefing e un aperitivo di benvenuto. Due alla volta, poi, accedono alla piattaforma e prendono posto su speciali sedili girevoli, simili a quelli dei piloti di Formula 1. I sedili permettono di ruotare su se stessi, spaziando dalla tavola … al vuoto! Allacciate le cinture di sicurezza e ultimati i preparativi, arriva il tanto atteso momento di spiccare il volo dando inizio alla degustazione. Tutti i menù prevedono 5 portate, servite dallo Chef in persona, e si concludono alzando al cielo, è proprio il caso di dirlo, una coppa di Champagne!

“Certo non lo consiglierei a chi soffre di vertigini” dice Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles. “La salita avviene in maniera tranquilla, così anche i più ansiosi non hanno nulla da temere! E’ un’esperienza unica, che trovo particolarmente adatta tanto ai turisti più coraggiosi, quanto alle aziende, in ottica di team building e incentive. Bruxelles è la prima destinazione in Europa sul fronte del MICE e del turismo congressuale, e questo è un ulteriore esempio della varietà di proposte che è in grado di offrire”.

Leggi anche:

Audrey Hepburn, la donna oltre l’icona nella mostra “Intimate Audrey”

Monti, l’antica Suburra, il primo Rione di Roma

Gent e Bruxelles, viaggio sensoriale nelle Fiandre in fiore

© RIPRODUZIONE RISERVATA