Martedì 20 Ottobre 2020 - Anno XVIII
Dove iniziano i Balcani: orsi, fantasmi di guerra, mostri di cemento

Dove iniziano i Balcani: orsi, fantasmi di guerra, mostri di cemento

Francesca Cosi e Alessandra Repossi sono le autrici di “Dove iniziano i Balcani”. Un libro che è un racconto di viaggio fatto da due donne che, al volante di una Citroën C3, attraversano una terra affascinante e complessa.

Dove-iniziano-i-balcani-coverDove iniziano i Balcani è libro costruito come un reportage o un racconto di viaggio delle autrici Francesca Cosi e Alessandra Repossi. Loro ci portano in una magica, divisa dall’Italia da uno stretto braccio di mare. Una terra dove varie culture si mischiano. Dove ancora è possibile leggere la storia recente e quella più antica e dove la natura affascina. Due donne, due esperte viaggiatrici, due anime alla ricerca della bellezza e delle storie che in essa sono celate. Si avventurano in un lungo viaggio a bordo di una Citroën C3 che le porterà alla scoperta dei Balcani.

Si parte dalla Slovenia dove si trovano le famose grotte di Postumia e il favoloso lago di Bled. E ancora si incontrano i Casinò e gli alberghi, in pieno stile brutalista, realizzati dopo l’apertura della politica socialista agli stranieri. Un salto nella capitale con particolare attenzione agli orti e alle aree verdi che l’hanno decretata green city per poi passare alla Croazia. Qui si va sulle tracce di James Joyce, insegnante a Pola, e del dittatore Tito organizzatore di sontuosi ricevimenti, nelle sue splendide ville, e di spietate torture ai danni di dissidenti politici imprigionati, sull’Isola Calva. Ancora sofferenza e dolore nel ricordo delle vittime di Jasenovac e della battaglia di Vukovar.

Dove iniziano i Balcani: la bellezza delle isole

Poi il libro “Dove iniziano i Balcani ci accompagna nella bellezza della capitale e delle isole. Le prime scritte in cirillico aprono le porte della Serbia per visitare l’ultima residenza di Tito e la sua tomba nella grigia Belgrado. Immagine in netto contrasto con i colorati villaggi creati da Emir Kusturica come set dei suoi film. Francesca e Alessandra ci fanno scoprire le montagne del Montenegro che celano una perla senza eguali, la splendida Cattaro. Amata dai gatti e dai numerosi croceristi che non si stancano mai di passeggiare per le sue antiche strade.

Alla fine rimane la misteriosa Bosnia-Erzegovina, mecca di fedeli che affollano il Santuario di Medjugorje e di fantasmi che aleggiano nei luoghi del genocidio di Srebrebica. Anche qui si ritrovano le tracce di Tito nel suo bunker sotterraneo, della storia più recente nelle ferite di Sarajevo e nel nuovo ponte di Mostar distrutto durante l’ultima guerra, ricostruito nel 2004 e annoverato nel Patrimonio dell’umanità.

Una guida piacevole da leggere e utile per un viaggio

Sono veramente tante le storie di personaggi famosi e uomini comuni che compongono “Dove iniziano i Balcani”. Alcune risalgono a tempi lontani, altre ad un passato recente. Certe storie ci fanno ridere altre piangere. Ma ognuna è raccontata con il cuore e la sincerità di due donne che hanno visitato ed amato questi luoghi. Pagina dopo pagina si apprezza il lavoro di documentazione e la scrittura scorrevole e colta di chi è abituato a lavorare con le parole. Belle e toccanti le fotografie che chiudono la pubblicazione. Questo libro, oltre ad essere una piacevolissima lettura, può essere anche usato come una guida. Nel sottotitolo di ogni capitolo sono riportate le località visitate e quelle menzionate in modo da individuare velocemente le informazioni utili per pianificare il proprio viaggio.

Dove iniziano i Balcani. In ex Jugoslavia tra orsi, fantasmi di guerra e mostri di cemento, di Francesca Cosi e Alessandra Repossi, Ediciclo Editore. Pagine 236, Euro 17,00

Le autrici

Francesca Cosi e Alessandra Repossi sono appassionate viaggiatrici a piedi e in bicicletta e autrici di una decina di volumi dedicati a questo tipo di itinerari. Insieme lavorano a quattro mani come traduttrici letterarie collaborando con le principali case editrici italiane, tra cui Einaudi, Mondadori, Neri Pozza e Il Saggiatore. Hanno tradotto da inglese, francese e spagnolo oltre 130 opere di narrativa e saggistica e tenuto seminari sulla traduzione editoriale per diversi atenei italiani. Alessandra è anche giornalista e fotografa, i suoi lavori si trovano su www.alessandrarepossi.com

Leggi anche:

Marte Bianco. Una anno ai confini della vita nell’altopiano Antartico

In viaggio con gli déi

Ai confini dell’Asia. Avventure e incontri tra zar, sultani e maioliche

© RIPRODUZIONE RISERVATA