Giovedì 22 Febbraio 2024 - Anno XXII

L’arte vetraria di Carlo Scarpa architetto e designer

Vetro Vero arte vetraria Carlo Scarpa Oderzo Treviso

Le opere del Maestro del Novecento, il veneziano Scarpa, esposte nella mostra “Vetro Vero. Carlo Scarpa” a Palazzo Foscolo a Oderzo, fino al 17 marzo. Purezza delle forme cura dei dettagli e uso di materiali riciclabili come il vetro.

Vetro Vero Oderzo Treviso Carlo Scarpa
Carlo Scarpa 1954

Continua fino al 17 Marzo 2024 la mostra che rende omaggio a Carlo Scarpa, veneziano di nascita e illustre Maestro del Novecento. L’esposizione, intitolata “Vetro Vero. Carlo Scarpa” è visitabile al piano nobile del secentesco Palazzo Foscolo a Oderzo, in provincia di Treviso.

Carlo Scarpa, è conosciuto soprattutto come architetto e designer del secolo scorso per l’originalità delle sue opere in cui si notano la purezza delle forme, delle linee, la cura dei dettagli e l’uso dei materiali. Valori che seppe coltivare nell’arte vetraia, dimostrando come la sua passione per il vetro abbia contribuito in modo significativo alla creazione di spazi unici e oggetti d’arte.

In mostra 30 opere in vetro rare
Carlo Scarpa vaso in vetro rosa mostra Vetro Vero
Piccolo vaso in vetro rosa a battiture orizzontali del 1940

In mostra sono esposte 30 opere vitree di Scarpa selezionate dalla collezione del Museo delle rarità di Monselice (PD). Questi oggetti d’arte dialogano con i vetri antichi custoditi al Museo Archeologico di Oderzo e con altre creazioni moderne. In particolare con la Collezione Attilia Zava–Museo del vetro d’artista, modellati da Egidio Costantini (interprete del Movimento artistico dell’arte del vetro) su disegni di Picasso, Jean Arp e Max Ernst.

Attento alle problematiche legate allo sviluppo sostenibile, Carlo Scarpa, dedicò diversi anni della sua vita a progettare oggetti di vetro in quanto materiale riciclabile e sostenibile per antonomasia. Si fece strada, quindi, un profondo legame tra il Maestro designer e il Mastro vetraio di alcune importanti aziende di Murano. Ebbe, infatti, proficue collaborazioni con i maestri Cappellin e Venini delle ditte omonime, creando oggetti dalle forme geometriche in linea con le tendenze artistiche dell’epoca.

“Vetro Vero. Carlo Scarpa” percorso espositivo
Vetro Vero Carlo Scarpa Oderzo arte vetraria Treviso
Flacone per profumo vetro trasparente a regolari bolle d’aria color pagliesco

Nel percorso espositivo sono presenti i cicli “mezza filigrana”, le “murrine romane”, i “lattimi”, i vetri “a bollicine” che furono ammirati, nel 1934 e nel 1936 alla Biennale di Venezia e alla Triennale di Milano nel 1936. Per ricordare l’azienda Venini e l’esposizione avvenuta nel 1940, sono in mostra i cosiddetti “tessuti”, ovvero vasi a sottili canne di vetro policrome.

LEGGI ANCHE  Treviso, dove il vino è "mitteleuropeo"

Carlo Scarpa seppe coniugare la sua profonda creatività all’arte vetraia creando forme uniche e raffinate. Memorabili sono le sue creazioni intrise di lavorazioni complesse, incisioni, cromie sofisticate dove altrettanto peculiare è la mano esperta del mastro vetraio di Murano. Il contributo di Scarpa al design del vetro è stata la sua capacità di unire tradizione e modernità in una sintesi armoniosa tra passato e presente. Le opere di Carlo Scarpa sono considerate delle autentiche opere d’arte e sono esposte in molti musei e collezioni di design in tutto il mondo.

“Tra un albero e una casa, scegli l’albero”
Coppa in vetro serpente a tessere mostra Oderzo
Coppa “serpente” a tessere

La mostra è ideata e supervisionata da Renzo di Renzo e Carlo Sala, arricchita da un notevole apparato grafico e da un contributo video di Teche Rai e dai disegni di Carlo Scarpa. Inoltre, è promossa dalla Fondazione Oderzo Cultura con il Patrocinio del Comune di Oderzo e della Regione del Veneto.

Diceva il famoso architetto: «Tra un albero e una casa, scegli l’albero» che testimonia la sua sensibilità per l’ecosostenibilità, anticipando così certi principi di sostenibilità ambientale e rispetto per la natura.

Vetro Vero. Carlo Scarpa”, Palazzo Foscolo – via Garibaldi 65, Oderzo (TV) – Orari di visita: da martedì a giovedì: 9.30-13 e 14-17; Venerdì: 9.30-13.00 e 14-19; Sabato e domenica: 14-19.

Informazioni: www.oderzocultura.it/

Leggi anche: 

MARCO POLO È LA SETA DI SUZHOU A PALAZZO MOCENICO

I MACCHIAIOLI ARRIVANO A BRESCIA

DONNE CHE HANNO FATTO LA STORIA IN EMILIA

Condividi sui social: