Sabato 18 Maggio 2024 - Anno XXII

Nella Valle degli Asparagi

Servito con le uova al tegamino, spruzzato di formaggio grana o impreziosito da scaglie di tartufo, ecco un cibo delicato e gustosissimo, che dalle parti di Bolzano vanta una lunga tradizione di coltura

Nella Valle degli Asparagi

Nel territorio che circonda Bolzano, l’arrivo della bella stagione è segnato da un appuntamento gastronomico legato alla tradizione: quello con gli asparagi. Tra vigneti e meleti in fiore e vicino a splendidi specchi d’acqua balenabili, come quello di Caldaro, la cittadina di Terlano diventa la capitale degli asparagi; degustazioni e giornate a tema, complici le corroboranti passeggiate nei campi. Nell’ampia valle che collega Bolzano a Merano, si coltiva infatti una delle varietà più pregiate: ha una colorazione bianca, una leggera velatura rosata sulla punta e nel gambo e una lunghezza tra i 17 e i 22 centimetri. Si tratta di una produzione di nicchia. Non supera infatti i 55mila chilogrammi l’anno e l’asparago, particolare importante, va rigorosamente consumato a poche ore dalla sua raccolta.

Le feste dedicate all’ “Asparagus Officinalis”

La stagione degli asparagi a Terlano dura da fine marzo a fine maggio (Foto: weinstrasse.com)
La stagione degli asparagi a Terlano dura da fine marzo a fine maggio (Foto: weinstrasse.com)

Nei mesi di aprile e maggio, si possono trovare in nove ristoranti compresi fra Terlano, Vilpiano e Settequerce, vari piatti “a tema”. Grande festa, poi, il 25 aprile e l’8 maggio, in occasione degli appuntamenti tradizionali interamente dedicati a questa speciale primizia. L’asparago di Terlano deve il suo sapore inconfondibile al terreno sabbioso, lungo il fiume Adige, dove viene coltivato. La terra, permeabile e fertile, viene preparata in cumuli allineati che coprono le piantine per ripararle dalle gelate invernali. È solo da metà marzo a fine maggio che, dalla terra riscaldata dai primi raggi del sole, iniziano a sbucare i prelibati asparagi.

Ogni giorno, entro due ore dalla raccolta, il prodotto arriva a destinazione, perfettamente preservato nei suoi aromi, talvolta raffreddato sul campo con il ghiaccio perché arrivi ancora fresco sulle tavole.

Più buoni, con il Vino d’Asparagi

Vino e asparagi di Terlano
Vino e asparagi di Terlano

Il marchio “Margarete” è la denominazione protetta con cui si riconoscono gli asparagi di Terlano, a garanzia di qualità e origine. I Margarete si possono acquistare direttamente presso la cantina di Terlano in via Silberleiten 7, telefono 0471-256400. In cantina si può anche degustare un calice del cosiddetto Vino d’Asparagi, nato con appropriate aromaticità proprio per affiancarne il consumo. L’etichetta corrisponde alle uve di Terlano Sauvignon DOC. Il vino ha un colore paglierino brillante e un profumo con sentori floreali di sambuco, ortica e note di peperoni verdi. Fresco ed equilibrato, ha una lunga persistenza in bocca e viene imbottigliato dalla Cantina di Terlano per essere servito nei ristoranti solo durante il “Tempo degli Asparagi”.

LEGGI ANCHE  Delizie in Val Seriana

(16/02/2011)

 

Per informazioni: Consorzio Turistico Bolzano Vigneti e Dolomiti, telefono 0471-633488, info@bolzanodintorni.infowww.bolzanodintorni.info.

Condividi sui social: