Giovedì 29 Settembre 2022 - Anno XX
Ciak, si pedala! Nelle terre raccontate da Camilleri e Verga

Ciak, si pedala! Nelle terre raccontate da Camilleri e Verga

L’isola cantata da Luchino Visconti e Pietro Germi diventa il set per una vacanza “detox” in sella a una bici, alla ricerca delle migliori inquadrature e scenografie da Oscar.

Pedala Pedalando tra i fichi d'india

Pedalando tra i fichi d’india

Se amate il cinema e desiderate trascorrere un week-end o una settimana disintossicante in sella a una bicicletta inseguendo le migliori inquadrature e i set, circondati solo dalla natura, prendete nota: “Veloce Bike Rentals” e “That’s amore sustainable tourism” sono quello che fanno al caso vostro. Oltre a permettervi di noleggiare una mountain bike ovunque voi siate (consegna e ritiro personalizzato in oltre 500 città italiane e in 24 città europee lungo le tratte cicloturistiche Eurovelo), vi condurranno nei luoghi cari a Camilleri e Verga. Gennaro De Concilio attraverso i suoi due marchi propone soluzioni personalizzate per vacanze ed escursioni cicloturistiche self o guidate in tutta Italia e in 8 Paesi Europei: alla scoperta della Campania con la Costiera Amalfitana e la Baia Flegrea, del Veneto, della Lombardia, della Calabria con i suoi Borghi Antichi e le Strade del vino e dell’olio, della Toscana, dell’Emilia Romagna, della Tuscia, di laghi e fiumi tra i quali il Brenta con le sue antiche ville palladiane, della Spagna, della Costa Azzurra e della Germania lungo la Via Claudia Augusta. Da qualche mese De Concilio ha lanciato una novità: la possibilità di pedalare lungo le tracce dei film ambientati in Sicilia scegliendo il percorso in base al proprio grado di preparazione fisica.

Cercando la Vigata del Commissario Montalabano

Pedala Luca Zingaretti nei panni del Commissario Montalbano

Luca Zingaretti nei panni del Commissario Montalbano

Ecco allora che, una volta arrivati all’aeroporto di Catania o Palermo, i patiti di location cinematografiche potranno partire alla volta di Scoglitti per visitare i luoghi del Commissario Montalbano di Camilleri (interpretato sul piccolo schermo da Luca Zingaretti): l’abitazione sulla spiaggia, il castello di donna fugata, l’antica città di Ragusa Ibla e il Faro di Punta Secca. I telespettatori più attenti non si saranno, infatti, lasciati sfuggire che Vigata, come anche molte altre località citate da Camilleri, è solo frutto della fantasia dello scrittore che con la sua immaginazione ha lavorato sulla zona dell’Agrigento mentre la fiction per ragioni scenografiche ha preferito il Ragusano. Non è un posto da fiction ma merita comunque una visita la riserva naturalistica in San Pietro di Caltagirone, un bosco di grandissima estensione caratterizzato da alberi di sughero secolari con all’interno maiali e cinghiali allo stato brado. Per i più esigenti sarà possibile scalare l’Etna con biciclette in carbonio di ultima generazione, da Nicolosi fino a quota 3,342 metri con ristoro al rifugio e discesa sull’altro versante chiudendo la giornata nel retro dell’antica pasticceria Russo in Santa Venerina per una degustazione di pasta di mandorle prodotta ancora secondo l’antica tradizione.

Pedala nel luoghi di Giovanni Verga e Luchino Visconti

Pedala Caltagirone, scalinata con ceramiche (Foto: giuseppedip)

Caltagirone, scalinata con ceramiche (Foto: giuseppedip)

Si ritorna poi sulle tracce del grande schermo con una ciclo di escursioni a Vizzini per ammirare i luoghi raccontati da Giovanni Verga e dove sono state girate pellicole come “La Terra Trema” di Luchino Visconti, “La Lupa” di Alberto Lattuada, “Mastro Don Gesualdo” sceneggiato in sei puntate per la tv con la regia di Giacomo Vaccari, “L’Amante di Gramigna” di Carlo Lizzani, “Cavalleria Rusticana” e “Storia di una Capinera” di Franco Zeffirelli e di nuovo “La Lupa” di Gabriele Lavia. Di grande interesse il museo dedicato allo scrittore che custodisce una galleria di fotografie scattate da lui personalmente, una collezione di attrezzature e materiali d’epoca per lo sviluppo delle stesse acquistate dai fratelli Lumière a Parigi e una sezione dedicata ai mestieri che hanno caratterizzato l’economia e la vita in questa nobile terra nei secoli scorsi. A chiusura di questa ciclo-esperienza non può mancare una passeggiata in sella nella tranquilla cittadina di Caltagirone.

Pasolini, Coppola e Papaleo tra Sicilia e Basilicata

Pedala Matera e i Sassi

Matera e i Sassi

I più allenati potranno anche pensare di allungare il percorso e fare tappa al Castello degli schiavi in Fiumefreddo di Sicilia, dove nel 1968 Pier Paolo Pasolini girò alcune scene de “L’orgia” mentre Francis Ford Coppola vi ambientò le scene principali del film cult “Il Padrino”, sia parte prima che parte seconda. Ma se la Sicilia non vi dovesse bastare, nessun problema. Potrete girare la Basilicata inseguendo le tracce dei protagonisti di Basilicata coast to coast di Rocco Papaleo. D’obbligo anche una visita a Matera, set di importanti pellicole come il “Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini, “King David” interpretato da Richard Gere nel 1985 e “La Passione di Cristo” di Mel Gibson, girato nel 2002. E di tante altre produzioni che hanno visto attori del calibro di Marcello Mastroianni in “Allonsanfan” e Sofia Loren in “C’era una volta”. Informazioni su soluzioni personalizzate su www.rentalbikeitaly.com

(24/04/2012)

_____________________________________________________________

“Underwear” da campioni

Una prestazione sportiva deve essere accompagnata da un abbigliamento tecnologico di alto livello, capace di supportare l’atleta nel momento dello sforzo fisico. Studiata per soddisfare le esigenze del ciclista Rinaldo Nocentini, detto “il Noce”, portabandiera della squadra francese AG2R La Mondiale, entrato a far parte del Team Briko, la canotta “Noce” firmata Briko, lanciata per la PE 2012, si caratterizza per un’innovativa tecnologia a compressione e il particolare mix di fibre. La microfibra in Dryarn® con struttura jacquard effetto rete garantisce massima aderenza al corpo favorendo la migrazione dell’umidità verso l’esterno anche grazie ad una mappatura delle aree interessate con punti di ventilazione. Presenti zone di compressione a favorire il rapido riossigenamento del sangue durante le sedute di allenamento. La vestibilità della canotta è ottimizzata dall’assenza di cuciture, che garantisce maggiore comfort ed evita fastidiose irritazioni della pelle. Per informazioni: www.briko.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA