Giovedì 1 Dicembre 2022 - Anno XX
Il volto contemporaneo della Stiria

Il volto contemporaneo della Stiria

In occasione di Graz, Capitale europea della cultura del 2003, nella città austriaca è stato inaugurato un museo avveniristico che è diventato ormai un simbolo. In autunno si festeggia il decennale dell’inaugurazione

La Kunsthaus, il museo di arte contemporanea di Graz compie 10 anni con dieci giorni di festa. La Kunsthaus è chiamata “Friendly Alien” [alieno amichevole] perché è diversa, totalmente aliena all’architettura barocca della città. I due architetti progettisti, gli inglesi Peter Cook e Colin Fournier hanno creato una splendida provocazione in occasione di Graz Capitale Europea della Cultura 2003: una grande bolla blu che è diventata un simbolo della capitale stiriana. La sua facciata si trasforma ogni due mesi in un’installazione luminosa diversa grazie a 900 lampadine led programmate dal gruppo berlinese Bix. Dal 22 settembre al 2 ottobre l’ingresso al museo sarà gratuito, il clou sarà tra la sera del 27 e la notte del 28 settembre con un programma di eventi: un mercatino, visite guidate particolari, conferenze con grandi nomi dell’arte mondiale, incontri dedicati alla cultura. Saranno ospiti grandi personaggi, tra i quali Chris Dercon, il direttore della Tate Gallery of Modern Art di Londra e tutto terminerà con una grande festa.

Il museo rivoluzionato

Nei dieci giorni di festa l’atrio di ingresso e il ristorante saranno arricchiti da un’opera tessile dell’artista Gilbert Bretterbauer. Il collettivo Resanita stravolgerà il volto della Südtiroler Platz, la piazza su cui si affaccia il museo, rendendolo più verde, colorato e contemporaneo. Il needle, lo spazio più panoramico del museo, si trasformerà in bar, con vista sulla Torre dell’Orologio. Per i più piccoli, ci sarà un concorso di creatività in collaborazione con il FRIda & freD, il museo dei bambini di Graz. La grande mostra che accompagnerà il compleanno della Kunsthaus sarà Culture City: edifici culturali da Bilbao allo Zeche Zollverein, proposta in collaborazione con l’Accademia delle Arti di Berlino. L’esposizione proporrà non solo i progetti, le foto e i modelli delle architetture presentate, ma presenterà dei tour virtuali al loro interno, di altissima qualità, grazie alla tecnologia digitale.

(22/07/2013)

 

Info: www.museum-joanneum.at

© RIPRODUZIONE RISERVATA