Venerdì 19 Luglio 2024 - Anno XXII

Viaggiatori e tassisti a confronto

  I taxi londinesi sono i migliori al mondo secondo i viaggiatori: lo svela un sondaggio di Hotels.com che ha intervistato non soltanto gli utilizzatori dei taxi, ma anche i tassisti di alcune grandi città in tutto il mondo. Con il 22% dei voti, i black cabs londinesi si confermano i più amati del mondo ma, secondo i viaggiatori italiani, i taxi di Milano eccellono quando si parla di pulizia del veicolo e qualità di guida. La mancia è da sempre uno degli argomenti più dibattuti dai tassisti e dai passeggeri: gli Italiani, per loro stessa ammissione, tendono a non lasciare … Leggi tutto

Viaggiatori e tassisti a confronto

 

I taxi londinesi sono i migliori al mondo secondo i viaggiatori: lo svela un sondaggio di Hotels.com che ha intervistato non soltanto gli utilizzatori dei taxi, ma anche i tassisti di alcune grandi città in tutto il mondo. Con il 22% dei voti, i black cabs londinesi si confermano i più amati del mondo ma, secondo i viaggiatori italiani, i taxi di Milano eccellono quando si parla di pulizia del veicolo e qualità di guida. La mancia è da sempre uno degli argomenti più dibattuti dai tassisti e dai passeggeri: gli Italiani, per loro stessa ammissione, tendono a non lasciare la mancia dopo un viaggio in taxi (44%) e infatti i tassisti di tutto il mondo li posizionano negli ultimi posti nella classifica dei passeggeri più generosi (1%).

Gli Americani sono invece i passeggeri che lasciano le mance più alte secondo il 50% dei tassisti intervistati e, forse proprio per questo, sono anche i preferiti dai guidatori di taxi, con il 24% delle preferenze, seguiti dai Britannici (11%) e dai Giapponesi (9%).

Il taxi è il mezzo di trasporto scelto dal 53% degli intervistati (e dal 67% degli Italiani) per spostarsi dall’aeroporto all’hotel quando si è in viaggio, e anche i tassisti amano percorrere questa tratta: è infatti la preferita dal 34% dei guidatori intervistati, prima delle corse in centro città (25%) e delle lunghe distanze (23%).

Dopo un viaggio in taxi, capita spesso di dimenticare qualcosa sul sedile: secondo i tassisti intervistati, il cellulare è in assoluto l’oggetto più dimenticato (25%), seguito dal pc portatile (7%), segno che durante i tragitti in taxi si fa sempre più uso della tecnologia. Ma ai tassisti capita spesso anche di fare ritrovamenti decisamente fuori dal comune: dal trombone trovato in Finlandia, a un uccellino nella sua gabbietta negli Stati Uniti, fino ad un oggetto insospettabile come la dentiera ritrovata nei taxi di molti Paesi! Info: http://it.hotels.com

LEGGI ANCHE  Italo arriva a Roma Termini

(12/11/2013)

Condividi sui social: