Giovedì 13 Giugno 2024 - Anno XXII

I calamari dell’Adriatico

Dalla Romagna all’Istria sono innumerevoli i modi di cucinare i saporiti molluschi pescati nello stesso mare. Ecco una gustosa ricetta da provare a casa: lo stufato di calamari con polenta

I calamari dell'Adriatico

Quando il freddo e il buio della stagione invernale comincia a incombere Chef Boris, forse per un inconscio moto psicologico, pensa alle ricette dell’estate. E quando si pensa all’estate noi russi, (ma non solo) pensiamo al mare. Da bambini si andava sul Mar Nero, in Crimea, oggi le possibilità sono infinitamente maggiori e l’Adriatico è un mare molto amato anche dai miei connazionali, sia nella parte italiana, sia nella parte ex-jugoslava. Sono due mari in uno. In Italia ha lunghe spiagge e bassi fondali; dall’altra parte le coste sono spesso rocciose e più profonde. In comune è l’alta salinità e la ricchezza di ossigeno. In un ambiente simile vivono oltre 400 specie di pesce che sono la base di innumerevoli ricette. Famoso è il pesce azzurro dell’Adriatico e la frittura che si fa in Romagna. Più a sud, nelle Marche, si fa il brodetto. A Venezia si preparano le sarde “in saor”, in Istria si mangiano frutti di mare crudi o preparati in differenti maniere e i molluschi: polpi e calamari. In Croazia, per cucinarli usano un sistema di cottura particolare: “ispod cripnje” [sotto il coperchio] perché il mollusco si mette sotto un coperchio di latta o di terracotta, che viene poi ricoperto con cenere viva e carboni ardenti. Questo sistema è utilizzato anche per altri tipi di pesce. Un sistema che, ovviamente non è facilmente realizzabile in un normale appartamento.

Innumerevoli i modi di cucinare i calamari
calamari https://pxhere.com/it/photo/695333?utm_content=shareClip&utm_medium=referral&utm_source=pxhere
ricetta cinese

Esistono molti modi per preparare e cucinare i calamari. I calamari fritti sono comuni nel Mediterraneo. In Nuova Zelanda, Australia, Stati Uniti, Canada e Sud Africa, viene venduto nei negozi di fish and chips e nelle steakhouse. In Gran Bretagna, può essere trovato sotto forma di “calamari” mediterranei o di “calamari fritti con sale e pepe” in vari locali, spesso serviti come snack da bar, cibo da strada o antipasto.
I calamari possono essere preparati per il consumo in molti altri modi. In Corea e Giappone, a volte viene servito crudo, e altrove viene utilizzato come sushi, sashimi e tempura, grigliato, ripieno, ricoperto di pastella, stufato in salsa e servito in fritture, riso e piatti di pasta. I calamari tritati essiccati sono uno spuntino comune in alcune regioni asiatiche, inclusa l’Asia orientale.
Quello che è realizzabile senza problemi è lo stufato di calamari con polenta. Ecco la ricetta:

LEGGI ANCHE  Napoli a tavola
Calamari con polenta
calamari

Ingredienti

1 chilogrammo di calamari dell’Adriatico
500 g di cipolla
5 spicchi d’aglio
1 decilitro di olio d’oliva
10 grammi di prezzemolo
1,5 decilitri di vino bianco
Brodo di pesce
500 grammi di farina di mais
Sale e pepe
Spicchio di limone

Preparazione

Pulire i calamari e tagliarli a cubetti. Soffriggere la cipolla in olio d’oliva finché non diventa dorata e aggiungere il prezzemolo tritato e l’aglio. Aggiungere i calamari e cuocere a fuoco lento finché questi non si ammorbidiscono e iniziano a produrre un sugo denso. Versare il vino bianco e il brodo di pesce un po’ alla volta durante la cottura e condire con sale, pepe e uno spicchio di limone. Preparare la polenta versando a pioggia la farina in un litro di acqua bollente salata nella quale è stato aggiunto un cucchiaio di olio d’oliva. Cuocere lentamente rimestando continuamente. Una volta pronta la polenta, servirla calda con i calamari “stufati”.

Leggi anche:

Condividi sui social: