Giovedì 18 Aprile 2024 - Anno XXII

Expo 2015: la Germania tra proiezioni, concerti e gioco

Questa settimana diamo un occhio al padiglione tedesco che si ispirerà ai campi agricoli e ai prati fioriti trasponendo tutti questi elementi nella sua architettura. Spazio alla gastronomia con un ristorante che rifletterà la “Gemütlichkeit”, la “piacevolezza” dell’ospitalità che la Germania è capace di offrire

Expo 2015: la Germania tra proiezioni, concerti e gioco

Lo slogan del programma culturale del Padiglione della Germania è "Fields of Cultures, Growing Ideas. Germany. Exceptional. Surprising (Campi di culture, idee che crescono. Germania. Eccezionale. Sorprendente)" e offrirà concerti, proiezioni e attività di gioco, tutti collegati al tema "Nutrire il pianeta, Energia per la vita" che farà da sfondo all'intera manifestazione.

"Il focus è sulla promozione dei nuovi talenti, con l'obiettivo principale di presentare una Germania giovane, innovativa e creativa", ha spiegato Dietmar Schmitz, il commissario generale del padiglione, assegnando all'ente fieristico Messe Frankfurt il compito di definire il palinsesto delle iniziative e del programma culturale, che sarà diviso in sette aree tematiche: letteratura, teatro, cinema, arte, danza, musica e giochi. Sette "campi" che saranno coltivati in collaborazione con le varie accademie e le istituzioni culturali tedesche.

Sovrintenderanno alla programmazione Mike P. Heisel e Wolfgang Weyand, due veterani dell'industria musicale, che dovranno portare gli eventi su tutti i 4.933 metri quadrati di terreno a disposizione: sul palco multifunzionale interno al padiglione e nell'area intorno alla struttura e di fronte all'ingresso. All'imbrunire, "German Sunset Feeling" trasformerà la pedana normalmente a disposizione dei turisti per i pic nic in una pista da ballo affidata a dj tedeschi. Voss+Fischer curerà il programma culturale del Padiglione Germania di Expo 2015.

I declivi della campagna tedesca

La posa della prima pietra
La posa della prima pietra

Con 4.933 metri quadri, 1.500 metri quadrati di superficie espositiva, un’altezza di 12 metri e 175 addetti, secondo il progetto elaborato del gruppo formato da Arge Milla & partner, Schmidhuber e Nüssli, lo spazio espositivo tedesco si ispira ai campi agricoli, ai prati fioriti e li traspone nella sua architettura.

La struttura consiste in un paesaggio dolcemente in pendenza, in cui sono richiamati i naturali declivi della campagna tedesca, con una superficie liberamente accessibile e un’esposizione tematica all’interno. Le piante stilizzate, che germogliano proprio come “piantine di idee”, sbucano perforando la base del Padiglione, crescono, si sviluppano fino a formare una grande copertura sui visitatori e diventano l’elemento di connessione che unisce l’interno con l’esterno.

LEGGI ANCHE  Treno Verde 2015: edizione speciale Expo

Le forme organiche vogliono creare un terreno fertile e vivo per le idee. Anche nella sua realizzazione strutturale il Padiglione mostra soluzioni sostenibili e creative per il futuro: il design moderno si fonde con i materiali tradizionali, l’uso razionale degli spazi e delle risorse, la tecnologia e il design intelligenti. I legni locali sono il materiale principale e richiamano l’uso consapevole delle risorse rinnovabili. La facciata che consente una naturale ventilazione è parte di una scelta improntata all’efficienza energetica che assicura ovunque temperature confortevoli.

Percorsi a tema e assaggi gourmet

Expo 2015: la Germania tra proiezioni, concerti e gioco

A ogni visitatore sarà dato un apparecchio mobile, una seedboard, con cui scoprire nuovi particolari in modo intelligente e interattivo mentre si cammina tra i percorsi riguardanti la terra, l’acqua, il clima e la biodiversità. I materiali illustrano i progetti in corso e le soluzioni già attuate, ma anche idee e spunti per immaginare cosa si potrà fare in futuro per la loro salvaguardia.

Infine, il visitatore arriva alla mostra vera e propria delle idee per l’alimentazione, con cui si interagisce in modo molto originale, attraverso la seedboard e con gli occhi di due api. Nel padiglione ci sono tre possibilità di fruizione del patrimonio agroalimentare tedesco: un’area liberamente accessibile dedicata agli assaggi, uno speciale ristorante gourmet con alta cucina e un ristorante che riflette la Gemütlichkeit, la più calda ospitalità che la Germania è capace di offrire.

(11/09/2014)

Condividi sui social: