Lunedì 15 Luglio 2024 - Anno XXII

Una mostra per il centenario di Forte dei Marmi

Galileo Chini, Minaccia di burrascaPer la ricorrenza del Centenario del Comune di Forte dei Marmi, Il Comune di Forte dei Marmi, il Museo Ugo Guidi e gli “Amici del Museo Ugo Guidi” presentano la mostra di pittura, scultura e grafica “Artisti x Forte 100”. L’esposizione è realizzata a cura di Lodovico Gierut e Vittorio Guidi, ed evidenzia opere di artisti che hanno avuto o hanno un rapporto artistico con Forte dei Marmi. La mostra si sviluppa in tre sezioni. La prima riguarda gli artisti/maestri che hanno soggiornato a Forte dei Marmi nel ‘900; la seconda vede esposte opere di artisti … Leggi tutto

Galileo Chini, Minaccia di burrasca
Galileo Chini, Minaccia di burrasca

Per la ricorrenza del Centenario del Comune di Forte dei Marmi, Il Comune di Forte dei Marmi, il Museo Ugo Guidi e gli “Amici del Museo Ugo Guidi” presentano la mostra di pittura, scultura e grafica “Artisti x Forte 100”. L’esposizione è realizzata a cura di Lodovico Gierut e Vittorio Guidi, ed evidenzia opere di artisti che hanno avuto o hanno un rapporto artistico con Forte dei Marmi. La mostra si sviluppa in tre sezioni. La prima riguarda gli artisti/maestri che hanno soggiornato a Forte dei Marmi nel ‘900; la seconda vede esposte opere di artisti locali scomparsi, e la terza comprende lavori create da alcuni artisti contemporanei residenti e/o nati a Forte dei Marmi, o che vi operano con assiduità.

La mostra sarà inaugurata sabato 6 dicembre 2014 alle ore 17 nei locali del “Fortino” di Forte dei Marmi alla presenza delle Autorità Comunali, degli Artisti contemporanei e dei Curatori, con introduzione della giornalista Silvana Arata. L’ingresso è libero. La mostra al Fortino rispetterà i seguenti orari di apertura: martedì, mercoledì e giovedì 9,30-13. Venerdì, sabato e domenica : 9,30-13 e 15,30-18. Lunedì chiuso. Dal 18/12/2014 all’ 11/1/2015 aperta tutti i giorni dalle 9,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 18. Chiuso Natale e Capodanno.

(01/12/2014)

LEGGI ANCHE  Russian Cosmos: il sogno, l'immaginario, la conquista
Condividi sui social: