Mercoledì 24 Luglio 2024 - Anno XXII

QuiCibo.it: il sito dedicato al km zero

I creatori di QuiCibo.it Il portale web QuiCibo.it si propone di coniugare due elementi apparentemente agli antipodi: il mondo di internet, mondo che azzera distanze e tempi, con un consumo a km zero. QuiCibo.it è nato da una semplice constatazione: in Italia nell’ultimo anno quasi 15 milioni di persone ha fatto acquisti su internet, ma poco più dell’1% delle aziende agricole è presente sul web e lo usa per far conoscere e vendere i propri prodotti. Recentemente Cristian e Michele Specogna, titolari dell’omonima azienda agricola con sede a Corno di Rosazzo (Ud) e dell’azienda vinicola Toblar di Ramandolo (Ud), sono … Leggi tutto

I creatori di QuiCibo.it
I creatori di QuiCibo.it

Il portale web QuiCibo.it si propone di coniugare due elementi apparentemente agli antipodi: il mondo di internet, mondo che azzera distanze e tempi, con un consumo a km zero. QuiCibo.it è nato da una semplice constatazione: in Italia nell’ultimo anno quasi 15 milioni di persone ha fatto acquisti su internet, ma poco più dell’1% delle aziende agricole è presente sul web e lo usa per far conoscere e vendere i propri prodotti. Recentemente Cristian e Michele Specogna, titolari dell’omonima azienda agricola con sede a Corno di Rosazzo (Ud) e dell’azienda vinicola Toblar di Ramandolo (Ud), sono entrati a far parte del progetto: “Molte sono realtà piccole o addirittura piccolissime che però sono espressione di un’alta qualità specifica di un dato territorio”, afferma Cristian. “Mettere a disposizione una piattaforma capace di fare rete attorno ai principi della produzione propria e della vendita diretta è fare sistema. I risultati avuti finora sono più che positivi: in poco più di sei mesi abbiamo raddoppiato le aziende agricole registrate arrivando oggi a 900. L’obiettivo per l’inizio del 2015 è superare i 1.500 produttori”.

Novità in arrivo in vista di Expo2015: “Per la prossima primavera, anche in vista dell’Expo di Milano, a QuiCibo.it si affiancherà QuiVino.it: una piattaforma che condividerà i principi del portale originario ma sarà dedicato al mondo vinicolo” conclude Cristian Specogna.

(16/12/2014)

LEGGI ANCHE  Verona in festa per la cronometro del Giro d’Italia
Condividi sui social: