Sabato 25 Maggio 2024 - Anno XXII

Archivio Storico di Torino, apertura straordinaria

L’Archivio Storico della Città di Torino effettuerà 4 aperture domenicali straordinarie, gratuite.  Anche nei giorni 15 febbraio, 15 marzo, 19 aprile e 17 maggio 2015 (una domenica al mese) e in orario 10-18, sarà possibile riscoprire l’antico cuore di Torino e ammirare alcuni interessanti documenti storici custoditi dalla Città ed esposti nella sala mostre di via Barbaroux 32. All’Archivio saranno visibili alcune scene di vita politica, sociale, culturale ed economica della città, raccontate in immagini o attraverso alcuni documenti in cui compaiono brevi note storiche.La mostra disponibile fino al 30 giugno 2015 è intitolata “La Città in Archivio. Storie di … Leggi tutto

Archivio Storico di Torino, apertura straordinaria

L’Archivio Storico della Città di Torino effettuerà 4 aperture domenicali straordinarie, gratuite.  Anche nei giorni 15 febbraio, 15 marzo, 19 aprile e 17 maggio 2015 (una domenica al mese) e in orario 10-18, sarà possibile riscoprire l’antico cuore di Torino e ammirare alcuni interessanti documenti storici custoditi dalla Città ed esposti nella sala mostre di via Barbaroux 32. All’Archivio saranno visibili alcune scene di vita politica, sociale, culturale ed economica della città, raccontate in immagini o attraverso alcuni documenti in cui compaiono brevi note storiche.

La mostra disponibile fino al 30 giugno 2015 è intitolata “La Città in Archivio. Storie di Torino dalle origini alla vigilia della Grande guerra” ed è una sintesi delle attività realizzate dall’Archivio a partire dal 1999 anno in cui è stata inaugurata la sede unitaria per gli archivi storici custoditi dalla Città. In questi quindici anni si sono succedute più di trenta esposizioni su argomenti diversi, tutti però con lo stesso denominatore: la storia di Torino raccontata attraverso i documenti salvaguardati nei depositi comunali. “La Città in Archivio” riprende alcune di queste storie, le integra con maggiori dettagli e racconta in sequenza, secondo un ordine cronologico che prende le mosse dalla costituzione del capoluogo piemontese, in epoca romana, fino ai primi anni del Novecento.

(04/02/2015)

LEGGI ANCHE  La creatività di Maia Flore per Atout France
Condividi sui social: