Sabato 22 Giugno 2024 - Anno XXII

L’ultimo Rembrandt in mostra ad Amsterdam

Dal 12 febbraio al 17 maggio al Rijksmuseum di Amsterdam una grandiosa rassegna dedicata a “Late Rembrandt”. Giro dei canali e passeggiata nei luoghi dove visse l’artista

Rembrandt, La cospirazione dei Batavi
Rembrandt, La cospirazione dei Batavi

Occasione ideale per riscoprire l’atmosfera unica di Amsterdam, città protesa tra il contesto del XVII secolo e la modernità della metropoli, è la grandiosa rassegna dedicata alle opere dell’ultimo Rembrandt.
Sono 40 quadri, 20 disegni e 30 stampe in mostra al Rijksmuseum dal 12 febbraio al 17 maggio.

Opere composte nel periodo compreso tra il 1652 circa e il 1669, in cui Rembrandt sperimentò varie tecniche grafiche e pittoriche, riuscendo a dare una profondità senza precedenti, con grande audacia e note intimistiche.
Tra i dipinti realizzati in questo periodo l’Autoritratto con due cerchi (Kenwood House di Londra), il Ritratto di famiglia (Herzog Anton Ulrich-Museum di Braunschweig), la Benedizione di Giacobbe (Gemäldegalerie Alte Meister di Kassel) e La sposa ebrea (Rijksmuseum),  già considerati da secoli determinanti per l’immagine di Rembrandt in tutto il mondo.
Intimità, contemplazione, conflitti interiori e riconciliazione: un’indagine psicologica realizzata attraverso la capacità impareggiabile di utilizzare i colori e la luce grazie a tecniche insolite.

La mostra di Rembrandt occasione per escursioni in città
Rembrandt, Autoritratto da vecchio
Rembrandt, Autoritratto da vecchio

Il Rijksmuseum offre, in occasione della mostra, un’escursione a piedi ad Amsterdam lunga circa 4 chilometri. La passeggiata conduce nei luoghi dove Rembrandt visse, lavorò e dove visse gli eventi più importanti della sua vita, dove vivevano suoi amici dei quali realizzava ritratti.
L’escursione viene offerta appositamente per la mostra “Late Rembrandt” sotto forma di una ricca mappa illustrata ed è disponibile presso gli hotel de luxe, l’ala Philips del museo e (su prenotazione) presso gli uffici del Turismo.

Un’ottima occasione per riscoprire l’atmosfera di Amsterdam, con edifici a misura d’uomo, canali, viuzze e piazze, musei ad ogni scorcio.
La città vanta infatti la più alta densità di musei al mondo ed è un importante centro culturale, grazie al Museo Van Gogh, alla Casa di Anna Frank, alla sede locale dell’Hermitage e al Rijksmuseum, al Palazzo Reale e il Museo Storico Ebraico.
Senza dimenticare, ovviamente, un giro dei canali che fanno parte dal 2011 del Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

LEGGI ANCHE  Ivrea, la battaglia sta per cominciare
Novità ad Amsterdam
Amsterdam, Canal and Westertoren
Amsterdam, Canal and Westertoren

Alcuni hotel sono stati inaugurati nel 2014: Faralda Crane Hotel, un hotel in una gru nella zona dell’ex cantiere navale NDSM,  Brooklyn Hotel, un hotel alla moda sempre nella zona NDSM, ex cantieri navali, Waldorf Astoria Hotel, struttura a 5 stelle nel centro della città dal design unico, Max Brown, situato in tre case sui canali storiche affacciate su Herengracht

Tra le novità anche la valorizzazione di Amsterdam Noord: se prima era l’area meno popolare di Amsterdam, ora è sicuramente uno dei place to be. Situato sull’altra sponda del fiume IJ, in questa parte della città fatta di contrasti, di amore per il verde e di pittoreschi paesi di pianura è possibile assistere a festival sperimentali, osservare opere di architettura moderna e fermarsi in ristoranti alla moda affacciati sull’acqua.

Oltre a essere un centro di creatività, Amsterdam Noord comprende alcuni paesini molto belli, ideali da scoprire con una passeggiata a piedi o con un giro in bici o in barca.

Per ogni informazione su Amsterdam e sull’Olanda www.holland.com, che fornisce suggerimenti utili per ogni tipo di soggiorno, dalla visita di una città specifica a una vacanza al mare e consigli pratici, con la possibilità di prenotare alberghi o case vacanza a un prezzo molto conveniente.

Leggi anche:

Da Monet a Matisse un secolo d’Arte tra il 1850 e il 1950

Il colore dei sogni

Condividi sui social: