Lunedì 17 Giugno 2024 - Anno XXII

Salvaguardare il Santuario Pelagos

La coda del capodoglioE’ cominciata la stagione del monitoraggio di cetacei da parte delle navi di Corsica Sardinia Ferries, nel cosiddetto Santuario dei Cetacei, grazie al progetto di collaborazione che coinvolge il mondo della ricerca e il coordinamento di ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Protezione e la Ricerca Ambientale). Al progetto di monitoraggio vede anche la partecipazione della Fondazione CIMA (Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale), l’Accademia del Leviatano, l’Università di Pisa e l’EcoOcean Institut.Da maggio a settembre, Marine Mammal Observers, ovvero studenti e ricercatori adeguatamente formati per l’avvistamento e il riconoscimento dei cetacei, si imbarcano ogni settimana sui … Leggi tutto

La coda del capodoglio
La coda del capodoglio

E’ cominciata la stagione del monitoraggio di cetacei da parte delle navi di Corsica Sardinia Ferries, nel cosiddetto Santuario dei Cetacei, grazie al progetto di collaborazione che coinvolge il mondo della ricerca e il coordinamento di ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Protezione e la Ricerca Ambientale). Al progetto di monitoraggio vede anche la partecipazione della Fondazione CIMA (Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale), l’Accademia del Leviatano, l’Università di Pisa e l’EcoOcean Institut.

Da maggio a settembre, Marine Mammal Observers, ovvero studenti e ricercatori adeguatamente formati per l’avvistamento e il riconoscimento dei cetacei, si imbarcano ogni settimana sui traghetti operanti lungo le tratte Nizza-Calvi, Nizza-Ile Rousse, Savona-Bastia, Savona-Calvi, Livorno-Bastia e Livorno-Golfo Aranci. Nel 2014, nel Santuario Pelagos è stato registrato un calo degli avvistamenti rispetto al 2013 dovuto principalmente per le condizioni meteo avverse. Nonostante ciò, non sono mancate le “sorprese”: sono state infatti rilevate specie rare nel Mediterraneo, come le mante, che di solito vivono nei mari tropicali. Restano sempre numerosi gli avvistamenti di stenelle, zifi e capodogli. In particolare, come ogni estate da tre anni a questa parte, un capodoglio viene regolarmente avvistato per qualche settimana al largo del porto di Vado Ligure, poco distante dalla costa. I comandanti hanno raccontato che ormai è per loro un appuntamento fisso il ‘saluto’ del capodoglio alla partenza e all’arrivo.

(10/04/2015)

LEGGI ANCHE  Shamwari: animali in libertà e scuola di vita
Condividi sui social: