Lunedì 24 Gennaio 2022 - Anno XX
Diritti del passeggero e risarcimento voli

Diritti del passeggero e risarcimento voli

Quando si viaggia per vacanza o per lavoro può capitare di incorrere in ritardi o cancellazioni di volo. Una norma europea viene in soccorso a tutela del cittadino passeggero. Cosa fare per chiedere un risarcimento

Voli cancellati risarcimento

Voli cancellati

Cosa fare in caso di ritardi e cancellazioni di voli?
Concludere una vacanza o un viaggio d’affari internazionale in maniera positiva è quello che accade di solito, ma per molti passeggeri non è così. Capita ogni anno che migliaia di passeggeri siano costretti a cambiare i loro programmi a causa di ritardi, cancellazioni o altre cause che impediscono il normale svolgimento di quella che dovrebbe essere un’ esperienza piacevole e senza sorprese. Per fortuna i diritti del passeggero sono tutelati da una norma del regolamento UE 261/2004, studiata apposta per coloro che viaggiano in aereo, che stabilisce il diritto ad un risarcimento dalle compagnie aeree per problemi avvenuti anche 3 anni prima. Ad esempio, Flightright opera in questo settore rivendicando i diritti del passeggero senza stress e senza alcun rischio di imbattersi in spese inutili.

Richiesta di risarcimento
Chiedere un risarcimento da parte del singolo passeggero spesso non porta a nulla di concreto, in quanto il soggetto ha difficoltà ad interagire con le compagnie aeree. Flightright invece è in grado di rappresentare i diritti del passeggero e di rivendicare, attraverso una adeguata consulenza legale e profonda conoscenza della materia, le richieste di risarcimento alle compagnie aree. Uno staff di specialisti del settore è in grado di gestire con celerità ed esperienza tutte le pratiche burocratiche da affrontare, senza stress per il cliente o altre noie. La compagnia affronterà anche le spese relative alle cause che possono arrivare in tribunale, e percepirà una percentuale sul risarcimento se la pratica indotta da flightright sarà conclusa felicemente.

Cancellazione voli

Il disagio per i passeggeri in seguito a un volo cancellato

Criteri specifici per ottenere risarcimento
Per ottenere un risarcimento dalle compagnie aeree, il danno causato dalla cancellazione o dal ritardo del volo deve rispecchiare determinati criteri. Prima di tutto il volo deve essere gestito da una compagnia aerea regolamentata dall’UE, ovvero che il passeggero parta da un aeroporto qualsiasi all’interno dell’UE o che voli in Europa a bordo di una compagnia che abbia sede legale in UE. L’importo del risarcimento è regolato anche dalla distanza del volo e dall’entità del ritardo, oscilla tra 125 e 600 euro a persona. Per i ritardi superiori a 5 ore c’è la possibilità di recedere dal volo e di riavere la destinazione originaria. In più, tutti i passeggeri che vivono questa esperienza hanno diritto di essere assistiti dalla compagnia aerea che deve provvedere alle bevande, ai pasti, alle telefonate e, se necessario, alle eventuali spese di trasporto o di alloggio che si possono presentare durante l’attesa. Qualsiasi caso di questo tipo può diventare consulenza di flightright, che provvederà a chiedere il risarcimento adeguato alla mancata esecuzione dei servizi.

Calcolatore gratuito
Per conoscere l’entità del risarcimento è disponibile online il calcolatore gratuito che permetterà di controllare i voli e il livello di risarcimento in pochi minuti! Flightright risulta un affidabile compagno di viaggio e, al contrario di un normale avvocato che richiede l’onorario in ogni caso, riceve compensi solo se la compagnia aerea paga il risarcimento. Un’equipe di esperti è al servizio del passeggero per fornire assistenza e non perdere denaro, e ogni passeggero ha diritto di richiedere un rimborso per un servizio non conforme aspettative espresse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA