Sabato 28 Maggio 2022 - Anno XX
Napoli, oggi convengo nazionale su Turismo e beni culturali

Napoli, oggi convengo nazionale su Turismo e beni culturali

Roberto Race, il segretario generale di Competere.Eu partecipa oggi a Napoli al convegno organizzato da Confapi e Camera di Commercio sul Turismo e beni culturali

Napoli-Camera-di-Commercio

Napoli, Camera di Commercio

Questa mattina dalle ore 10 a Napoli parte il dibattito su turismo e beni culturali nella sede della Camera di Commercio. Previsti gli interventi del sottosegretario ai Beni culturali Ilaria Borletti Buitoni, del Governatore della Campania Vincenzo De Luca, del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris e del Segretario Generale di Competere.Eu Roberto Race. A confronto professionisti, amministratori locali, imprenditori e operatori culturali.
Globalizzazione, personalizzazione e rete. Sono queste le tre parole chiave che guideranno l’intervento del Segretario generale di Competere.Eu al convegno nazionale.

Roberto-Race-ad-un-convegno

Roberto Race, Segretario Generale di Competere.Eu

“In Italia” dichiara Roberto Race “abbiamo bisogno di una strategia chiara a supporto del turismo. Una strategia che vada al di là dei tempi della politica e delle campagne elettorali. Una strategia che possa fungere da strumento concreto alla creazione di una offerta in grado di intercettare e, dove occorra, creare la domanda. Fino a pochi anni fa creare una rete e sinergie virtuose tra imprese ed attori istituzionali significava dare un valore aggiunto maggiore ai progetti: oggi invece è una scelta obbligata perché i nostri competitor internazionali hanno un’offerta molto meno polverizzata della nostra ed un’interazione con le istituzioni molto più efficace. Ed allora ripensiamo tutti i paradigmi, abbattiamo i dogmi se vogliamo che i privati entrino nella gestione di quei beni culturali che oggi il pubblico non è più in grado di tutelare e valorizzare. O, quantomeno, introduciamo elementi di gestione privatistici concreti e non solo enunciati come slogan che mascherino il nulla. C’è bisogno di innovazione e di confronto con le esperienze internazionali”.

Per ulteriori informazioni: www.competere.eu

© RIPRODUZIONE RISERVATA