Mercoledì 3 Marzo 2021 - Anno XIX
Sri Lanka, isola dai panorami infiniti

Sri Lanka, isola dai panorami infiniti

Le strategie di investimento nell’industria del turismo e le ragioni per visitare lo Sri Lanka. Presentate a Milano in Expo, al National Day dello Sri Lanka, dal ministro del Turismo John Amaratunga. Cosa c’è da vedere e cosa si trova in questa piccola isola ai piedi del sub continente indiano

Sri Lanka surfistaLo Sri Lanka è un piccolo paese che nell’ultimo decennio ha registrato un forte sviluppo. Le potenzialità per attrarre visitatori e investitori nel turismo e in altri settori dell’economia sono molte. Se n’è parlato nel convegno in occasione del National Day dedicato all’isola asiatica che si è tenuto a Expo Milano 2015. A organizzarlo l’Ambasciata in Italia dello Sri Lanka per presentare alla stampa e agli imprenditori le strategie sul turismo dell’isola. Sono intervenuti l’on. John Amaratunga, Ministro del Turismo, e Christian Religious responsabile degli Affari economici dello Sri Lanka.
La conferenza è stata aperta dal Corpo di Ballo della Marina Militare con una tradizionale danza tribale che unisce i movimenti delle differenti danze del nord e del sud del paese. E’ stata poi la volta del Ministro del Turismo John Amaratunga che ha illustrato i motivi per visitare lo Sri Lanka; mentre Christian Religious ha posto soprattutto l’accento sulle ragioni per investire in questo paese dalle forti potenzialità.

Oltre alle spiagge tropicali, alle naturali meraviglie del paesaggio e a millenni di cultura, agli sport nazionali e ai festival tradizionali, c’è molto altro da scoprire nello Sri Lanka. In questo territorio tutto è a portata di mano, a misura d’uomo. L’isola si estende per un’area di circa 65.000 kmq (all’incirca come la Baviera) e in brevi distanze si possono trovare una infinita varietà di paesaggi.

Perché visitare lo Sri Lanka

Sri Lanka HeritageCome ha ricordato il Ministro ci sono almeno 10 buone ragioni per recarsi in vacanza in Sri Lanka, a cominciare dalla diversità dei panorami e dall’offerta turistica: dalle vacanze sulla spiaggia, all’osservazione delle specie animali e della natura, dagli sport estremi alla visita di alcune delle più antiche città del mondo, alle feste folcloristiche che si susseguono tutto l’anno. Un viaggiatore può cavalcare le onde all’alba e ammirare le montagne verdeggianti al tramonto. Lo Sri Lanka è un paese multietnico, multireligioso e multiculturale. Le etnie dominanti, la Cingalese e la Tamil, sono entrambe provenienti dal sub continente indiano. I Portoghesi e gli Inglesi portarono con loro i Kaffirs dall’Africa e gli Olandesi un assortimento dei mercanti europei, i Burghers, creando così un affascinante mix di culture. I sorrisi, l’ospitalità e la cordialità degli abitanti sono leggendari e valgono da soli un’esperienza.

Eredità culturale in otto siti Patrimonio Unesco

Sri Lanka festivalsQuesta piccola isola ospita otto siti patrimonio dell’Unesco che possono essere visitati in una sola settimana. Il percorso di visita include la città di Galle nel sud del paese con il suo famoso forte che risale al periodo coloniale olandese. Nel cuore del paese, invece, proprio nella giungla montuosa, Kandy, regno nascosto e capitale religiosa. Il gigantesco monolite Sigiriya e le antiche città di Anuradhapura e Polonnaruwa valgono una visita, così come la grotta tempio di Dambulla, la riserva della foresta di Sinharaja e le terre alte del centro. Alla eredità culturale, si aggiunge la quantità di Festival. Qui si trovano rappresentate quasi tutte le confessioni religiose del mondo che, aggiunte alla quantità di etnie e di raggruppamenti sociali, rappresentate in Sri Lanka, il risultato è un ricco calendario di festività.

Un altro motivo sono le Esperienze Spirituali. Il buddismo è una religione molto popolare in occidente e nello Sri Lanka i buddisti possono provare l’esperienza degli insegnamenti di Buddha, unendosi in pellegrinaggio con i locali e tuffandosi nelle credenze popolari del Singalese. Un importante luogo di pellegrinaggio è Adam’s Peak, la montagna sacra per buddisti, indù, cristiani e musulmani. I visitatori si recano sulla vetta della montagna per ammirare il tramonto e vivere una magica atmosfera.

Benessere e natura

Sri Lanka Anuradhapura buddha Il benessere di tutti i sensi fa parte della tradizione dello Sri Lanka: la medicina ayurvedica, antica di 2000 anni, è ancora molto popolare nel paese. Massaggi ayurvedici, meditazioni, lezioni di yoga e trattamenti si praticano in tutte nelle spa degli hotel. Lo Sri Lanka per la meditazione è un posto davvero unico. Poi non va dimentica la natura e gli animali selvatici. Il Paese può essere considerato un paradiso per gli amanti della natura: dall’osservazione delle balene nel punto più a Sud, Dondra Head, all’incontro con un elefante nel parco nazionale di Minneriya, ad una spedizione nella foresta pluviale. La biodiversità nell’isola è spettacolare e il 13% dello Sri Lanka è protetto: parchi nazionali, riserve, santuari e corridoi nella giungla. Un safari in uno dei 14 parchi nazionali offre la possibilità di poter vedere alcuni dei 91 mammiferi presenti, di cui 16 autoctoni: elefanti, leopardi, bradipi, sambhur, cervi, maiali, cinghiali, porcospini, formichieri, zibetti, lemuri, scoiattoli giganti, scimmie, macachi. L’isola è anche il paradiso degli ornitologi, con 233 specie di uccelli, alcune autoctone, che con le specie migratorie arrivano a circa 482, oltre a 171 rettili, includendo due tipi di coccodrilli.

Trekking, escursioni e sport avventura non mancano

Sri Lanka avventuraCon più di 1600 km di costa, lo Sri Lanka è il luogo ideale per il surf, lo sci d’acqua, il wind surf, le immersioni, lo snorkeling e altro. Ci sono oltre cento fiumi, lagune e laghi dove si può fare canoa o kayak. La Kelani Ganga, vicino Kitulgala è ricca di rapide e cascate adatte per il rafting. Vari paesaggi, natura e siti archeologici offrono un’eccellente opportunità per trekking ed escursioni. I sentieri fanno parte della foresta pluviale di Sinharaja, della foresta di Horton Plains, dei Knuckles e della riserva naturale di Hakgala Strict. Spiagge bianche e palme in lontananza con i colori dell’Oceano indiano. Lo Sri Lanka consente, per le sua diversità una grande scelta. L’offerta ricettiva dell’isola è ricca di hotel situati in luoghi incantevoli. Ai moderni resort si affiancano nelle città sulle colline, hotel dell’era coloniale, C’è la possibilità di alloggiare in case coloniali attrezzate, palazzi delle piantagioni di tea e di gomma, capanne nella giungla e persino in case sugli alberi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA