Giovedì 1 Dicembre 2022 - Anno XX
Zurigo: l’arte si impossessa della città

Zurigo: l’arte si impossessa della città

Il 2016 sarà un anno di eventi artistici e culturali che vedranno protagonista la città di Zurigo. Sempre sulle sponde della Limmat si celebreranno i 100 anni del Dadaismo e per la prima volta Manifesta 11, la più importante biennale europea di arte contemporanea

Zurigo, Cabaret Voltaire

Cabaret Voltaire

Zurigo nel 2016 sarà la capitale dell’arte e della cultura. La più grande città della Svizzera è certamente più conosciuta per essere la capitale dei bagni d’Europa, per  le 1200 fontane (molte di esse abbelliscono vie e piazze come opere d’arte), per essere roccaforte economica e finanziaria e, per aver ricevuto, nel 2012, il riconoscimento di città più vivibile. Eppure è anche una città che ha da dire la sua nell’arte e nella cultura: cinquanta musei, oltre cento gallerie, commercio di opere d’arte.
Nel 2016 proprio l’arte prenderà possesso di Zurigo. Un anno artistico e culturale con un calendario ricco di eventi che si svolgeranno in modo diffuso nei quartieri della città: dalle stazioni alle strade e alle piazze, oltre alle gallerie, ai musei e perfino nelle chiese. Ma questa esplosione d’arte sarà resa ancora più deflagrante da due appuntamenti unici: il centenario della nascita del movimento DADA e la Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea Manifesta 11.

Il Movimento Dada

zurigo_building_0028

Cabaret Voltaire

Dada, universalmente conosciuto come Dadismo, è il movimento artistico e letterario d’avanguardia nato a Zurigo il 5 febbraio 1916 nella Spiegelgasse 1 nel quartiere Niederdörfli, cuore del centro storico, durante la Prima Guerra Mondiale. Il movimento Dada viene fondato da un gruppo di giovani artisti, intellettuali, politici rifugiati nella neutrale Svizzera. A Zurigo sono fondamentali Hugo Ball e la sua futura moglie Emmy Hennings che fondarono il Cabaret Voltaire, un luogo speciale per la sua apertura creativa e intellettuale che finì per accogliere gli artisti in esilio residenti a Zurigo. L’avanguardia di Zurigo, che si battezzò Dada, propagò velocemente le sue idee in Europa, in particolare a Parigi, Berlino, Hannover, ma anche Mantova e Roma, per poi trova seguaci oltreoceano a New York. La parola Dada, ha origini ancora dibattute. In russo significa “Sìsì”, in francese “Cavalluccio di legno” e nel linguaggio dei bimbi niente di particolare. Il gruppo, che si presentava con molto umorismo e ironia, fu precursore del Surrealismo.
Dal 2004, il Cabaret Voltaire nella Spiegelgasse 1 è nuovamente accessibile al pubblico. Oggi ospita un caffè, un palco teatrale e uno spazio espositivo. Si tratta di un’istituzione storico-culturale, che porta avanti il lascito dei dadaisti. In occasione dei 100 anni del Dadaismo, il Cabaret Voltaire sarà il centro da cui si dipaneranno tutte le manifestazioni dal 5 febbraio all’8 luglio 2016. (www.cabaretvoltaire.ch)

Manifesta 11

zt_summer_0135

Zurigo

Altro evento di rilievo dell’anno artistico zurighese sarà Manifesta 11, in programma dall’11 giugno al 18 settembre 2016. La biennale di arte contemporanea che dal 1966 cambia città ad ogni edizione, giunge a Zurigo alla sua ventesima edizione. Il tema proposto: “What People do for Money: Some Joint Ventures”. rende omaggio alla città in riva al Lago di Zurigo, roccaforte economica e finanziaria. Nel corso di 100 giorni, gli artisti metteranno al centro dei propri progetti le professioni con 35 nuove produzioni. Un progetto dell’artista e designer americano John Arnold, per esempio, è dedicato al mestiere del cuoco. Insieme allo chef Fabian Spiquel del ristorante zurighese Maison Manesse, Arnold porterà le sue creazioni nei chioschi zurighesi.
Curatore della Manifesta 11 sarà un’artista: Christian Jankowski, esponente di video arte e arte concettuale; mentre il cuore della Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea sarà il “Pavillon of Reflections”, una piattaforma multifunzionale galleggiante con un enorme schermo LED, una tribuna per gli spettatori e uno stabilimento balneare con bar sul Lago di Zurigo. In occasione dei 100 anni del Dadaismo, anche Manifesta 11 renderà omaggio all’eredità dada. A tale scopo, nel Cabaret Voltaire nascerà una casa delle corporazioni per artisti. (www.manifesta11.org)
A latere di tutti questi eventi, sempre nel 2016,per gli amanti del calcio aprirà il Museo FIFA; mentre per gli amanti del cibo, a inizio di settembre ci sarà ZURICH FOOD. (www.zuerich.com)

© RIPRODUZIONE RISERVATA